RN Orobica erede di Pallanuoto Treviglio

Luciano Locatelli |

La pallanuoto bergamasca è in fermento, non solo a Bergamo. Anche a Treviglio si guarda al futuro con rinnovato entusiasmo per rilanciare tutto il movimento. È notizia recente quella della nascita della nuova società A.S.D. Rari Nantes Orobica che ha raccolto il testimone della Pallanuoto Treviglio, un progetto nato nell’ormai lontano 2010. In 13 anni di attività l’associazione è cresciuta costantemente: non solo per quanto riguarda gli atleti che riempiono le sue fila, ma anche per il numero di traguardi raggiunti. Un movimento che ha coinvolto decine di ragazzi e ragazze che militano nelle categorie under 16, under 18, under 20 con ottimi risultati a livello nazionale. Non solo giovani ma anche serie C maschile che ha sfiorato nell’ultima stagione la promozione e soprattutto la squadra senior iscritta al Campionato di Serie A2 femminile che per il secondo anno consecutivo ha mantenuto la categoria. Per l’occasione abbiamo contattato il Presidente Erik Turcutto, al quale abbiamo rivolto qualche domanda:

Voi avevate già un’attività consolidata con successo, come mai questo cambiamento societario?

Dopo 13 anni di attività ormai siamo ben riconosciuti sul territorio, ma nel 2019 abbiamo subito l’allontanamento dall’impianto della piscina da Treviglio e nell’occasione non siamo stati aiutati dalle istituzioni. Ma questo allontanamento di fatto è stata anche l’occasione per crescere ulteriormente, infatti negli anni abbiamo sempre migliorato, poi ci siamo spostati a Romano di Lombardia dove il primo anno abbiamo fatto bene continuando con il nostro progetto, il secondo anno quello del covid abbiamo patito un po’ come tutti. Però i nostri ragazzi non hanno mai abbandonato nonostante ci siamo allontanati, con la sola eccezione del settore giovanile dei più piccoli. L’intenzione è quella di cercare di strutturarci sempre al meglio, ma non parlerei però di cambiamento societario, la società è sempre quella, abbiamo cambiato sede, ci siamo spostati a Bergamo ed abbiamo cambiato il nome. Abbiamo scelto un nome forte ma molto identificativo perché noi con il nostro progetto vogliamo sempre più farci conoscere e diventare un punto di riferimento su tutto il territorio bergamasco.

Quali innovazioni pensate di portare con questa trasformazione?

Vogliamo migliorare ed ampliare e crescere ulteriormente, i risultati stanno arrivando sia a livello giovanile che di prime squadre. Per i prossimi dieci anni noi faremo il centro del nostro progetto presso la struttura della piscina di Osio dove svilupperemo la maggior parte delle nostre attività a partire dalle squadre senior fino alle giovanili. Abbiamo un accordo con il gestore della piscina di Osio per gestire tutte le attività della pallanuoto in esclusiva e contemporaneamente stiamo realizzando una infrastruttura a supporto delle attività dove troveranno sede nuove figure che entreranno a far parte della società come un nutrizionista, un osteopata, un personal trainer, ma anche palestra e tutto quanto serve per far lavorare al meglio possibile il nostro staff tecnico.

Quali sono invece i vostri obiettivi sportivi nel medio e lungo termine?

Sono sostanzialmente tre: il primo obiettivo è quello di ricreare il settore giovanile che è il cuore pulsante delle nostre squadre, il secondo obiettivo è quello di centrare entro tre anni la promozione in serie A1 con la squadra femminile, poi vedremo se saremo bravi e fortunati, infine il settore maschile con la squadra senior con la quale vorremo scalare le categorie a salire, il primo obiettivo è il raggiungimento della serie B.

Per quanto riguarda invece le due squadre maschile di serie C e soprattutto femminile di serie A, ci può anticipare se ci saranno dei nuovi innesti, conferme e cambiamenti per la prossima stagione?

Ci saranno si dei cambiamenti, abbiamo appena contrattualizzato il nuovo allenatore che seguirà la serie C maschile, un profilo che fa al caso nostro e che annunceremo a breve, mentre per la serie A2 femminile abbiamo riconfermato il nostro mister (n.d.r. Antonino Palazzo) mentre per la squadra ci saranno dei nuovi innesti, ma fino alla fine agosto non possiamo annunciare nulla.

Pensate di collaborare con la Pallanuoto Bergamo?

Sinceramente non penso proprio, abbiamo letto nei giorni scorsi che hanno scritto a tutte le società sul territorio ma con noi non hanno parlato. In passato abbiamo mandato un paio di nostri ragazzi a farsi le ossa ma oggi siamo cresciuti molto, il nostro è un progetto importante che non ha nessuno in questo momento sul territorio. Un paio d’anni fa ci è stato proposto di fonderci con loro ma non abbiamo aderito ed il tempo ci ha dato ragione, non penso proprio che potremo collaborare anche perché sono dei nostri competitors diretti.

Si prospetta pertanto una stagione interessante per la Rari Nantes Orobica impegnata nelle diverse categorie di A, serie C, una stagione che coinvolge tutta la provincia non solo a livello senior ma anche a quello giovanile, per un movimento ambizioso che punta a crescere sempre più nel tempo.

La presentazione della Rari Nantes Orobica a Treviglio (credits: RN Orobica)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Nicole Cadei vincente sulla scia del padre Michele

Redazione |
20 Maggio 2024
Nicole Cadei ha conquistato il Gran Prix Aquabike Città di Chioggia nella seconda tappa del Campionato italiano di Moto d’Acqua 2024. Doppietta mer...

Arcene Tamburello si arrende al tie-break a Cas...

Luciano Locatelli |
19 Maggio 2024
Sconfitta con onore per l’Arcene Tamburello maschile, impegnato nel massimo campionato open che, in trasferta contro il Castellaro, impegna severam...

Errani e Paolini coppia d’oro agli Internaziona...

Giulia Piazzalunga |
19 Maggio 2024
Dopo dodici anni e per la quarta volta una coppia femminile vince agli Internazionali BNL d’Italia. Sara Errani e Jasmine Paolini sono le nuove cam...