A Vibo Valentia non c’è campo per Agnelli Tipiesse

Michele Ferruggia |

A Vibo Valentia per Agnelli Tipiesse non c’è campo. Gara 1 della finale playoff finisce 3-0 a favore dei calabresi, dominatori della regular season. La squadra bergamasca ha conteso il successo parziale solo nel secondo set. Poco per ribaltare il pronostico. Per capire con chi si ha a che fare, basta evidenziare che Padura Diaz e capitan Cominetti hanno formato un tandem da 30 punti), ma nel contempo quattro elementi di Vibo (imbattuta tra le mura amiche) hanno terminato in doppia cifra. 

La partenza vede una Bergamo quasi impeccabile fino al 13-13 con un Cominetti “livello Vibo” ossia zero sbavature e capacità di sfruttare ogni occasione. Poi si scarabocchiano giusto un paio di situazioni mentre i padroni di casa continuano imperterriti a giocare con una regolarità impressionante: lo dimostra il tremendo 12-1 con cui cambiano velocità e si portano avanti non facendo passare neppure uno spillo e mostrandosi spietati in ogni fondamentale (attacco al 68%, ricezione al 50% e muri 5-1). Buchegger, il solo al 33% nel primo parziale, si presenta con due ace e il pallone del 5-2 al rientro sul taraflex. Held fatica, anche perché sempre sottopressione in ricezione, non Cominetti mentre un ace di Padura Diaz (in evidenza con 7 punti,60%) dai nove metri sigla il – 1 (15-14 e time out chiamato da Douglas). Ma il cuore c’è, la grinta pure tanto è vero che i nostri vanno sotto 20-15 poi con la pazienza e, finalmente, qualche errore dei padroni di casa trovano la parità a 24 (Terpin out) dopo che Candellaro aveva messo giù il 24-22 con un tocco al limite. Qui, mentre prosegue la danza di Orduna con i centrali (8 palloni a terra in due), Cominetti sporca la sua prestazione (6,55%) facendosi murare il potenziale 29-30 così Mijailovic, con la stessa arma, ipnotizza Held e fa 2-0. Ad inizio del terzo set allora Morato sceglie Mazzon, ma è il serbo della Tonno Callipo che ne mette altri quattro di fila (7-3) e aggiunge anche il 12-7 mentre Buchegger prosegue la versione diesel. I rossoblù, costretti a spingere nel tentativo di recupero, forzano senza fortuna al servizio ed in attacco (16-9, Mazzon fuori). Il – 7 è un divario troppo ampio per pensare di raddrizzare, ma Bergamo deve ricominciare dagli aspetti positivi emersi al PalaMaiata. Appuntamento per gara 2 mercoledi 10 alle 19:30 al PalaIntred per tentare subito di pareggiare i conti.

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Agnelli Tipiesse Bergamo 3-0 (25-14, 32-30, 25-16)

Vibo Valentia: Orduna 0, Terpin 12, Candellaro 10, Buchegger 15, Mijailovic 12, Tondo 8, Cavaccini (L), Tallone 0. N.E. Carta, Balestra, Piazza, Belluomo, Fedrizzi, Lucconi. All. Douglas.
Bergamo: Jovanovic 3, Held 3, Cargioli 3, Padura Diaz 16, Cominetti 15, Copelli 5, Mazzon 1, Toscani (L), Baldi 0, Catone 0, Pahor 0. N.E. De Luca, Lavorato, Cioffi. All. Morato.

Jovanovic in palleggio nella sfida di Gara 1 con Vibo Valentia (credits: ufficio stampa Agnelli Tipiesse)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Scanzo terza vittoria in regular season

Federico Errante |
22 Aprile 2024
Scanzo prosegue il suo momento magico. Il 3-0 su Cazzago vale la vittoria in regular season, la terza nelle ultime tre stagioni nel torneo di serie...

Carlo Parisi nuovo coach Volley Bergamo 1991

Redazione |
17 Aprile 2024
Il Volley Bergamo 1991 ha ufficializzato l’arrivo di Carlo Parisi, nuovo coach. Il suo palmares è di tutto rispetto. Uno Scudetto, una Coppa Italia...

Carlo Parisi in pole per la panchina di VBG91

Michele Ferruggia |
16 Aprile 2024
Sulla panchina de Il Bisonte Firenze ha chiuso la regular season al decimo posto, contribuendo alla salvezza di Volley Bergamo 1991 con la vittoria...