Ad aprile cinque tappe verso l’Europa

Fabrizio Carcano |

Il mese di aprile potrebbe rivelarsi decisivo nella corsa per le posizioni europee, corsa apertissima dal secondo all’ottavo posto. E un ruolo decisivo potrebbero giocarlo gli impegni extra campionato che potrebbero togliere energie alle squadre impegnate su più fronti e aumentare fisiologicamente acciacchi o infortuni.

Sarà un mese da cinque partite in 28 giorni per l’Atalanta, attesa il primo aprile dal derby a Cremona, poi sette giorni dopo dalla sfida casalinga contro il Bologna, quindi nove giorni dopo, lunedì 17, dalla trasferta a Firenze, a seguire altri sette giorni dopo, lunedì 24, dalla gara interna contro la Roma e cinque giorni dopo dalla visita al Torino sabato 29, a concludere un aprile impegnativo per i nerazzurri.

Mese di aprile assolutamente più impegnativo per le rivali nella corsa europea ad eccezione della Lazio, l’unica insieme alla Dea fuori da ogni altra competizione. Milan e Roma nel mese di aprile giocheranno 7 partite dopo le doppie sfide europee di Champions contro il Napoli e di Europa League contro il Feyenoord: in particolare i giallorossi giocheranno l’andata il 13 a Rotterdam e il ritorno il 20 all’Olimpico, a quattro giorni dalla trasferta a Bergamo, con la possibilità di andare anche ai supplementari. Ancora più difficile e impegnativo il percorso ad aprile per Inter e Juventus che disputeranno addirittura 9 incontri avendo la doppia sfida europea alle due squadre di Lisbona, il Benfica e lo Sporting, ma avendo anche lo scontro diretto nella doppia semifinale di Coppa Italia.

L’Atalanta pertanto avrà sempre tutta la settimana per recuperare energie, far riposare gli acciaccati, senza stressare i muscoli con due gare settimanali, e l’opportunità di preparare al meglio ogni sfida successiva con un margine di 5-6 giorni di allenamenti consecutivi. Infine, anche se non ha attinenza diretta con la volata per i primi 7 posti in classifica, attenzione anche al doppio impegno nella semifinale di Coppa Italia tra Cremonese e Fiorentina, con i grigiorossi che ormai non hanno più nulla da chiedere al campionato e il 5 aprile, quattro giorni dopo il derby, saranno al Franchi per l’andata, e i viola che invece incroceranno la Dea il 17 che dovranno comunque preservare i titolari per questi due incontri e per il doppio impegno in Conference League nei quarti di finale contro i polacchi del Lech Poznan, doppio impegno che cadrà il 13 e il 20 aprile, proprio nella settimana del match contro l’Atalanta.

Duello tra Scalvini e Orsolini nella gara vinta dall’Atalanta a Bologna. I felsinei prossimo avversari al Gewiss Stadium (Ph: A. Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Il rientro dell'Atalanta da Dublino tra due ali...

Redazione |
23 Maggio 2024
All’aeroporto di Bergamo, al rientro dell’Atalanta da Dublino, il primo atto della festa, che si preannuncia lunga e partecipata. Nelle prime del p...

La girandola di emozioni dei calciatori dell'At...

Federica Sorrentino |
22 Maggio 2024
Il 22 maggio resterà una data scolpita nell’agenda della vita di ognuno dei calciatori che Gasperini ha forgiato, costruendo una squadra da sogno. ...

L'Europa League all'Atalanta vittoria del merito

Eugenio Sorrentino |
22 Maggio 2024
La sollevano in tre la coppa. Djimsiti, in campo con la fascia di capitano, insieme ai due capitani di lungo corso Toloi e de Roon. Poi passata a G...