Agnelli Tipiesse piega Ravenna al quarto set

Redazione |

Agnelli Tipiesse ricostruisce in casa ciò che distrugge fuori. Con Ravenna arrivano tre punti non belli, ma di rabbia, cuore e voglia di vincere. Come ha sottolineato al termine della sfida il capitano Cominetti, eletto MVP, si è vista una Bergamo in versione pugile, capace di soffrire e di saper attendere il momento propizio per colpire. Esattamente ciò che è accaduto nel momento clou del match: Ravenna avanti 17-21 nel terzo e i nostri capaci di risalire e sorpassare per poi rompere gli argini.

Nel primo periodo in cui si innesca un interminabile punto a punto dopo il parziale ravennate (1-5, da 11-7 a 11-12) ci pensa capitan Cominetti a rompere gli indugi. Dopo un errore di Martins a regalare il break 22-20, ci vogliono tre punti di fila dello schiacciatore (5, 83%) per mantenerlo e mettere la freccia. Gli ospiti, sotto per un dettaglio in avvio, rientrano in campo portandosi 6-10 (block di Orioli su Padura Diaz) e quando doppiano (6-12) grazie ad un errore di Cargioli (sostituito da Cioffi), Bergamo va in bambola: sul 9-19 entra anche Catone ma non cambia nulla, come conferma in modo lampante il 24% in attacco (contro il 74 della Consar). Toccata la peggior versione di sè, l’Agnelli Tipiesse prova a mettere il musetto avanti (9-6, 13-10). Ci pensa però il predestinato Bovolenta, che aveva chiuso il secondo parziale con il 100%, a pareggiare a 13 dai nove metri e a sorpassare poco dopo ancora con il servizio di Ngapeth (14-16) a riportarsi avanti con una palla out di Held (16-18) Il + 4 esterno arriva con Martins e una palla lunga di Padura Diaz (17-21). Ma quando l’1-2 sembra dietro l’angolo, Bergamo si ricorda di essere Bergamo, gli avversari si ingarbugliano (11 errori contro 6) e piazza un clamoroso 8-1 chiuso con un ace da Held. Lo stesso laterale lancia i rossoblù al 13-10 nel quarto set e Cominetti mette a stretto giro il + 4. Entra Pahor e firma l’ace del 16-11, margine sufficiente per gestire il finale fissato da un servizio vincente di Padura Diaz. Per tre punti sofferti e provvidenziali. Per la classifica, per la serenità e per preparare a dovere la semifinale di Coppa Italia di mercoledì a Vibo Valentia.

Bergamo-Ravenna 3-1 (25-23 12-25 25-22 25-19)

Agnelli Tipiesse: Copelli 9, Jovanovic 2, Held 14, Cargioli 7, Padura Diaz 14, Cominetti 14, Toscani (L), Cioffi, Catone, Pahor 1. N.e. Mazzon, Lavorato, Baldi, De Luca. All. Graziosi
Consar: Mancini 5, Orioli 16, Arasomwan 10, Bovolenta 17, Pinali 3, Comparoni 9, Goi (L), Ceban,Ngapeth 6. N.e. Chiella , Truocchio, Tomassini. All. Bonitta

Il successo casalingo con Ravenna ottimo viatico in vista della semifinale di Coppa Italia a Vibo Valentia (credits: ufficio stampa Agnelli Tipiesse – Ph: Giuliani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Chorus Academy Bergamo si lega al Vero Volley

Michele Ferruggia |
11 Aprile 2024
La Chorus Volley – Academy Bergamo fa il suo ingresso nella famiglia del Vero Volley Network. L’accordo tra le due realtà è stato sancit...

VBG91 Matteo Bertini nuovo direttore sportivo

Michele Ferruggia |
5 Aprile 2024
Il Volley Bergamo 1991 ha ufficializzato l’arrivo di Matteo Bertini, nuovo direttore sportivo della società rossoblù. Per il marchigiano, classe 19...

VBG91 fa muro contro chi prova a smontare la rete

Redazione |
29 Marzo 2024
La terza stagione del Volley Bergamo 1991, il nuovo corso della trentennale storia della pallavolo femminile di Bergamo nel massimo campionato, si ...