Agnelli Tipiesse prova a fare lo sgambetto a Vibo Valentia

Michele Ferruggia |

L’hanno già definita la sfida tra Davide e Golia, ma la finale playoff che mette di fronte Agnelli Tipiesse alla corazzata Vibo Valentia è un romanzo tutt’altro che già scritto. Bergamo, alla seconda finale dopo quella del 2019, è pronta a giocarsi tutto. La squadra calabrese, dominatrice della Regular Season e pronosticata fin dalla scorsa estate, è indubbiamente favorita. Ha vinto già Coppa Italia e Supercoppa e avrà il vantaggio potenziale di giocare (eventualmente) al PalaMaiata tre partite su cinque nella lunga serie che decreterà la compagine promossa in SuperLega. Agnelli Tipiesse tenterà immediatamente di ribaltare il fattore-campo, a cominciare da Gara 1 in programma domenica 7 maggio alle 18 in Calabria, impresa già riuscita nei quarti a Porto Viro e poi nella “bella” di mercoledì a Cantù con una gara straordinaria. Se capitan Roberto Cominetti gioca la terza di fila, dopo i successi con Taranto e Reggio Emilia, per Tim Held è la seconda, Copelli l’ha vinta a Piacenza sull’allora Olimpia, Cargioli c’era quattro anni fa e c’è oggi, mentre Jovanovic è reduce dal successo nella massima serie spagnola. Come a dire che i giocatori rossoblù sanno stare (e vincere) ad alta quota. Come Williams Padura Diaz, che ha centrato a sua volta la promozione con Taranto nel 2021. L’opposto italo-cubano, devastante in gara 2 e gara 3 con Cantù, terminate rispettivamente con il 70 e 71% in attacco, sciorina la consueta ineccepibile analisi.

“Siamo arrivati alla sfida dopo tre giorni alquanto positivi, fisicamente e mentalmente. Concentrati sull’obiettivo e consci di quanto fosse ostico il Pool Libertas, che aveva terminato al secondo posto la regular season e ci aveva superato in gara 1. Abbiamo dato tutto, mettendoci nelle condizioni ideali per raggiungere l’ultimo atto in un’A2 splendida e competitiva come quella attuale. Sono molto contento dal punto di vista personale e per la squadra, non mi aspettavo di sopraffare a tratti l’avversario. Siamo stati predominanti in tutti i fondamentali mostrando ciò di cui siamo capaci anche se un 3-0 così netto appariva francamente impensabile specie con i parziali del secondo e del terzo set. La Tonno Callipo è la formazione da battere, li affronteremo da squadra piccola che però non ha paura della grande. Se potremo fare lo sgambetto per vincere questi play-off, lotteremo fino all’ultimo per realizzarlo”

Coach Morato schiererà il colladatissimo 6+1: Jovanovic in palleggio, Padura Diaz in 2, Cargioli-Copelli al centro, Cominetti-Held in 4 e Toscani libero.

Williams Padura Diaz ha fatto segnare il 70% in attacco nelle gare di semifinale con Cantù (credits: ufficio stampa Agnelli Tipiesse – Ph: Giuliani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Carlo Parisi nuovo coach Volley Bergamo 1991

Redazione |
17 Aprile 2024
Il Volley Bergamo 1991 ha ufficializzato l’arrivo di Carlo Parisi, nuovo coach. Il suo palmares è di tutto rispetto. Uno Scudetto, una Coppa Italia...

Carlo Parisi in pole per la panchina di VBG91

Michele Ferruggia |
16 Aprile 2024
Sulla panchina de Il Bisonte Firenze ha chiuso la regular season al decimo posto, contribuendo alla salvezza di Volley Bergamo 1991 con la vittoria...

CBL resta in A2 con il titolo sportivo di Cuneo...

Federico Errante |
16 Aprile 2024
La notizia, già nell’aria da tempo, ha assunto i crismi dell’ufficialità. Pur retrocessa sul campo, la Cbl resta in serie A2. Il club d...