Agnelli Tipiesse timbra Gara1 di semifinale playoff

Eugenio Sorrentino |

Agnelli Tipiesse si aggiudica Gara1 della semifinale playoff A2 superando al Pala Agnelli per 3-1 Conad Reggio Emilia, già battuta nella finale di Supercoppa sullo stesso teraflex. Al primo set dominato dai rossoblù di Gianluca Graziosi (25-17) ha fatto seguito la reazione degli emiliani che nel finale della seconda frazione hanno fatto la differenza (19-25). Estremamente combattuto e in costante equilibrio il terzo set, risolto da un doppio attacco vincente di Padura Diaz per il 27-25 dopo che Agnelli Tipiesse aveva visto annullate due palle set. Infine, i rossoblù hanno ben gestito il margine di cinque punti accumulato nella prima parte del quarto set aggiudicandoselo per 25-21.

La cronaca

Graziosi conferma lo schieramento solito e collaudato, con Finoli in regia, Padura Diaz in posto 2, Cargioli e Larizza al centro, Pierotti e Terpin in posto 4 e D’Amico libero. Partenza decisa dei rossoblù, che hanno buon gioco a muro e piazzano una serie di attacchi vincenti portandosi sul 5-1. Il vantaggio si consolida (8-3) inducendo il coach reggiano a chiamare il primo timeout tecnico. Una mossa che spezza il ritmo e permette a Reggio Emilia di infilare tre punti consecutivi. Una breve parentesi prima che Agnelli Tipiesse riprenda a martellare e fare la differenza a muro. Vantaggio di +5 fino al 14-9, quando il team di Graziosi rintuzza il tentativo degli emiliani di rifarsi sotto, ristabilendo il margine sul 17-12. La fallosità degli avversari e l’efficacia a rete aiuta Agnelli Tipiesse a prendere il largo e chiudere il primo set 25-17.

Iniziò più equilibrato nella seconda frazione, con alternanza pressoché regolare di punti, con il videocheck  che diventa protagonista sul 13 pari. Reggio realizza un break portandosi sul 16-14, restando avanti anche grazie agli errori di Bergamo, che sul 21-19 subisce due attacchi. Dopo il timeout di Graziosi, Reggio pareggia i conti vincendo il parziale 25-19. Il terzo set è decisamente combattuto con le due squadre che si restituiscono attacchi e restano incollate. Sul 15-15 Terpin si fa murare, poi la battuta di Reggio, destinata fuori, colpisce in pieno Padura Diaz. Matura così la doppia lunghezza di vantaggio che Bergamo annulla con il punto a muro per il 19 pari di Larizza, che si ripete allo stesso modo. Un attacco fuori di Reggio porta Agnelli Tipiesse sul 22-20. Proditorie le schiacciate di Padura Diaz in risposta ai punti degli emiliani, che permettono di guadagnare due palle per il set. La prima bruciata dall’errore in battuta di Pierotti, la seconda dal muro di Reggio sul tentativo di fast di Cargioli. A seguire, un mani out per parte. Padura Diaz firma il 26-25 e il suo successivo attacco è confermato vincente dal videocheck per il 27-25. Nel quarto set Agnelli Tipiesse si stacca sul 6 pari inanellando una serie di cinque punti. Un margine che Reggio riduce portando a -2 (13-11), quando Graziosi chiama intorno a sè il roster, che torna a martellare riportandosi a +5 (17-12) e mantenendo il margine (22-17). 

Ritorno vincente dei rossoblù al Pala Agnelli con Cargioli MVP (credits: Pernice Editori)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Agnelli Tipiesse vince per gioco e per amore 

Redazione |
24 Settembre 2022
Il primo appuntamento valevole per il Memorial Migliorini-Caironi si trasforma in un festival rossoblù. Perché Bergamo, a sette giorni di...

Agnelli Tipiesse sfata tabù reggiano 

Michela Corvetto |
22 Settembre 2022
Negli sport di squadra capita spesso di avere la bestia nera. Agnelli Tipiesse ce l’ha, o meglio ce l’ha avuta in Reggio Emilia. Si, perché Dopo la...

Quasi al completo il roster VBG91

Michela Corvetto |
19 Settembre 2022
Dopo la vittoria ottenuta nel primo Trofeo Città di Sondrio, il quadrangolare che ha visto il Volley Bergamo 1992 battere Futura Giovani Busto Arsi...