Al Tour de France impera il fair play

Federica Sorrentino |

Il Tour de France non è solo la più grande corsa a tappe ciclistica, dove gli atleti mettono alla prova le capacità di pedalata e resistenza fisica su percorsi altamente impegnativi. Il fair play ha dominato la scena dell’edizione 2022, con lo splendido gesto della maglia gialla Jonas Vingegaard che ha rallentato e atteso il diretto rivale Tadej Pogacar, scivolato in un tratto in discesa. Una volta ricongiuntisi, Pogacar ha affiancato il 25enne danese e i due hanno dato vita a una stretta di mano che rimarrà nella storia. Esattamente come il celeberrimo passaggio della borraccia tra Fausto Coppi e Gino Bartali il 4 luglio 1952, sempre al Tour de France, durante la scalata al Galibier. A distanza di pochi giorni, la sportività si è ripetuta durante l’ultima prova a cronometro. Due corridori non di primissimo piano, preziosi gregari nel corso delle tre settimane della Grande Boucle, hanno conquistato visibilità quando uno (il francese Olivier Le Gac) ha visto in difficoltà l’altro (lo svizzero Stefan Bissegger) in crisi di sete e fame sotto l’alta temperatura, passandogli la borraccia. E’ il ciclismo epico, umano e normale. Storie semplici e straordinarie di uno sport che non smette di affascinare.

Jonas Vingegaard e Tadej Pogacar si stringono la mano (credits: Eurosport/screenshot)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Pogacar in Maglia Rosa detta legge anche sul Mo...

Federica Sorrentino |
19 Maggio 2024
La seconda settimana del Giro d’Italia 107 si chiude con una nuova prova di forza di Tadej Pogacar che, in Maglia Rosa, ottiene il suo quarto...

Stenico e Teocchi oro con Team Relay agli Europ...

Giulia Piazzalunga |
10 Maggio 2024
Sorride il ciclismo bergamasco nella categoria MTB. Da un lato Chiara Teocchi, bergamasca pluricampionessa europea in questa specialità, dall’altro...

Milan rompe il ghiaccio al Giro con l’aiuto di ...

Federica Sorrentino |
7 Maggio 2024
Prima vittoria italiana al Giro d’Italia. La ottiene Jonathan Milan, aiutato nella preparazione della volata sul traguardo della Acqui Terme – Ando...