AlbinoLeffe tris per i playoff

Simone Fornoni |

Tris nel piatto di portata al “Ferruccio”, uno-due Jacopo Manconi-Sacha Cori per ribaltarla, la palla inattiva leggi ultimo corner del capitano coraggioso Carmine Giorgione, doppio assistman col penultimo passaggio in mezzo. A Seregno, sugli scudi di una cronaca mai ricchissima, un doppio squarcio di sereno finalmente non variabile e non virato alla grandinata improvvisa. Due tiri a incrociare, sinistro e destro, una svettata al gong, carambola, filotto e tutti in buca. L’AlbinoLeffe da biliardo e dal ritmo playoff in poppa, ora a quota 37, vince la settima in trasferta sulle otto totali ritrovando la coppia d’attacco titolare tenuta a lungo separata da varie vicissitudini. Se i blucelesti hanno il mal di Zanica, appena se ne allontanano diventano improvvisamente pimpantissimi e bravi pure nella gestione, al netto del cabezazo di Dell’Agnello a un quarto d’ora dal novantesimo per impedire l’ennesimo deragliamento sul binario morto del risultato nullo, prima del sigillo della sicurezza stampato dalla fronte bozzuta di Luca Milesi, scuola Zingonia dove era il capitano in coppia centrale con un certo Mattia Caldara.

Casi della vita e della carriera, come l’ex Cocco che la piazza a tradimento dal dischetto a due scarsi dall’intervallo per un ping pong da rimessa con Nichetti, Vitale e il falloso Riva a propiziargli l’effimero vantaggio. Poi, quasi solo Marcolini-boys. Colpendo chirurgicamente, dopo i due acuti strozzatissimi nel primo tempo da calma piatta dal bomber da 13 (18′) e dal futuro autore del falletto da penalty una decina sporca più tardi, prendendo l’ascensore chiamatogli dal lider maximo beneventano. La ricetta vincente, per una volta, al di là della ritrovata cifra tecnica dei big della rotazione sempre piuttosto ampia in canna al tecnico savonese, è vissuta sullo spartito intonatissimo dei nervi saldi e della capacità di fare le cose giuste al momento giusto, al riparo dalla tentazione di strafare. L’equilibrio ideale, in una regular season da battaglia campale giunta al trentesimo gong. A un ottovolante dai titoli di coda, alle soglie della pre season, sarà decisivo il prossimo trittico settimanale Padova-Pro Vercelli-Lecco con la trasferta al “Piola” mercoledì a mezza sera. Ma con quei due a colpire davanti, nessun traguardo è precluso.

Francesco Gelli, 150 presenze con la maglia dell’AlbinoLeffe (credits: ufficio stampa AlbinoLeffe)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Doppio Cocco per il terzo pari AlbinoLeffe

Marta Nozza Bielli |
24 Settembre 2022
Terzo pareggio dell’AlbinoLeffe, ottenuto in rimonta sul campo del Piacenza ma importante perché una sconfitta avrebbe fatto diventare la squadra b...

Il futuro della Nazionale passa da Bergamo

Fabrizio Carcano |
24 Settembre 2022
L’azzurro futuro passa dal nerazzurro atalantino attuale. La nazionale italiana maggiore, in ripresa dopo il tonificante successo contro l’Ing...

L’azzurro si addice a Toloi

Eugenio Sorrentino |
23 Settembre 2022
Rafael Toloi ha ottenuto e ripagato la fiducia di Roberto Mancini, il quale lo ha schierato titolare scegliendo il modulo 3-5-2, inedito rispetto a...