Atalanta con l’Empoli è l’ora di tornare a vincere

Eugenio Sorrentino |

Nella stesso turno di campionato in cui l’Atalanta ha perso a Napoli, l’Inter è stata fermata dallo Spezia, la Roma dal Sassuolo e il Milan non è andato oltre il pari interno con la Salernitana. Risultati che dimostrano quanto il campionato sia più duro ed equilibrato, tolto il Napoli e la Juventus dell’ultimo periodo La riflessione di Gian Piero Gasperini è l’incipit della conferenza stampa della vigilia dell’anticipo casalingo con l’Empoli. “ La sosta lunga è alle spalle, tutti hanno possibilità di centrare traguardi importanti, anche le squadre dietro hanno migliorato il loro rendimento. Abbiamo ancora una posizione in classifica tale che, se riusciamo a invertire la rotta, possiamo giocarcela. Dobbiamo affrontare l’Empoli con il giusto entusiasmo e ottenere risultato pieno. Abbiamo bisogno della vittoria per riavvicinare le squadre che ci precedono. Non è una partita facile, anche l’Empoli è stato capace di vincere con l’Inter, è una squadra giovane messa sù da una società modello, dobbiamo giocare una gran bella partita”.

Atalanta senza gol nelle ultime tre partite? “Capita, dobbiamo tornare ad avere soluzioni offensive e sfruttare quanto riusciamo a creare” – sottolinea Gasperini. Il quale spera di poter contare sull’apporto di Zapata (a riposo mercoledì), dunque utilizzabile dall’ inizio o a partita in corso. Si è ripreso dall’ultimo infortunio (ne ha avuti di continui) e a Napoli lo ha dimostrato. “Anche Muriel ha una buona condizione, se non gioca dall’inizio è solo perché non ha nelle gambe 90 minuti. Hojlund e Lookman hanno dimostrato sempre una buona condizione, il fatto che non abbiano trovato il gol fa parte delle dinamiche della stagione. Dagli attaccanti, che giochino dall’inizio o che subentri, ci si aspetta un apporto determinante per vincere le partite”. Effetti della sosta? Ben venga la sosta, soprattutto se si vince con l’Empoli. Dopo inizia la volata di 11 partite. E’ capitato di andare in Champions proprio con un grande finale di campionato. Gasperini, però, non crede alle analogie. “Ogni stagione è diversa dall’altra, non si possono fare confronti, diverse le squadre, le avversarie e i momenti. L’Atalanta è sempre lì in alto, proviamo a restarci”. In merito alla condizione dei giocatori, Gasperini non ha dubbi: “ho sempre visto una squadra viva, non in difficoltà atletica né psicologica, atleticamente a posto, sempre molto motivata, in grado di fornire prestazioni all’altezza, convinta di giocarsi le gare. Credo ci sia nulla da rimproverare ai giocatori e questa è la cosa più importante. Oltre ad avere messo in campo tutti questi valori fondamentali, dobbiamo fare bene anche tecnicamente e tornare a vincere, occorrendo buon giocate e ovviamente i gol”.

Gasperini, nella conferenza stampa della vigilia di Atalanta-Empoli, si è detto soddisfatto della condizione dei giocatori (credits: atalanta.it)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

La Dea in Champions prima di volare a Dublino

Eugenio Sorrentino |
18 Maggio 2024
L’Atalanta incassa i tre punti auspicati allo stadio di Via del Mare e si assicura la qualificazione alla prossima Champions League. Per la vittori...

La quarta volta in Champions una carica in più

Fabrizio Carcano |
18 Maggio 2024
L’Atalanta rimanda la festa per la Champions alla prossima settimana. Prima ovviamente c’è la finale di Europa League diventata il vero obiettivo d...

U23 non basta il gol vittoria a Catania

Fabrizio Carcano |
18 Maggio 2024
Non è bastata una grande partita, ed una vittoria per 1-0 a Catania, all’Atalanta under23 per evitare l’eliminazione nel primo turno dei playoff na...