Atalanta dei giovani conserva il primato

Eugenio Sorrentino |

E’ stata la classe 2003 a confezionare il gol della vittoria con la Roma, che permette all’Atalanta di conservare il primo posto in classifica. Scommessa vinta, quella di Gasperini, che ha lanciato fin dall’inizio Hojlund e Scalvini, dai cui piedi è nata l’azione che ha deciso la partita. Senza Dybala, la Roma ha perso fantasia e gli spunti di Zaniolo sono stati fermati sul nascere. Sportiello ha sostituito degnamente Musso, che nei primi minuti ha riportato un trauma cranico a seguito di uno scontro fortuito con Demiral.

Mezz’ora di contenimento efficace, poi la giocata di due 19enni, Hojlund e Scalvini, il danese in veste di uomo assist e il centrocampista bravo a inventare un colpo da biliardo per il vantaggio dell’Atalanta. La Roma, a cui non è stato dato spazio in fase offensiva prima che subisse gol, si è svegliata solo nel finale di primo tempo fallendo tre occasioni per pareggiare, soprattutto per merito di Sportiello che ne ha murate due. Dopo avere bene interpretato i primi 45 minuti, la squadra di Gasperini ha gestito il secondo tempo con un diverso assetto, riportando a centrocampo De Roon, che aveva iniziato in difesa, e inserendo Okoli, bravo a tenere a bada Zaniolo, al punto che i suoi duelli con il romanista hanno scatenato la rabbia di Mourinho, finito espulso. Anche quando la Roma ha rafforzato il fronte offensivo, l’Atalanta non si è fatta schiacciare, riuscendo a difendere il minimo vantaggio che le vale il primato in classifica.

Il commento a Roma-Atalanta a cura di Federica Sorrentino

La cronaca

Nello stadio Olimpico che fa il pieno di spettatori, Mourinho e Gasperini si confrontano in modo speculare, scegliendo il 3-4-2-1. Nell’Atalanta prima da titolare in questa stagione per Scalvini, schierato in mediana accanto a Koopmeiners, con De Roon che scala sul settore sinistro della difesa, completata da Toloi e Demiral, con Musso tra i pali. Sugli esterni Hateboer e Maehle, in attacco gioca Pasalic, ma non da falso centravanti come poteva ritenersi, ma in asse con Ederson e a supporto di Hojlund, alla seconda da titolare. Formazione giallorossa rivoluzionata rispetto a quella annunciata, perché Mourinho deve rinunciare a Dybala, che accusa un problema muscolare durante il riscaldamento. Un’assenza pesante. In mediana giocano Matic e Cristante e nel trio offensivo Pellegrini, Zaniolo e Abraham.

Dopo 4’ scontro fortuito tra Demiral e Musso, che restano contusi. Il colpo subito sul volto costringe il portiere argentino a uscire, sostituito da Sportiello. Nei primi dieci minuti l’Atalanta attende per provare a ripartire, poi alza gradualmente il baricentro esercitando puntuale pressione sui portatori di palla per rendere efficace il gioco di interdizione. De Roon, in marcatura su Zaniolo, rischia il giallo dopo 20 minuti per un fallo a centrocampo sul romanista. Giallo che invece tocca poco dopo a Maehle. Quando attacca, la squadra di Gasperini affronta una Roma sempre schierata. La prima conclusione a rete è di Cristante che al 29’ calcia dalla distanza senza inquadrare lo specchio della porta. Tre minuti dopo Sportiello blocca senza difficoltà il pallone calciato, sempre da lontano, da Ibanez. Se Smalling sovrasta Hojlund, certamente Mancini deve fare più fatica per contenere Ederson, che agisce a sinistra. Alla prima occasione in cui Hojlund si allarga sulla destra per liberarsi della marcatura di Smalling, che lo sovrasta, matura il gol del vantaggio. Lo segna Scalvini, bravo a seguire l’azione del danese all’interno dell’area e raccogliere il retropassaggio all’altezza della lunetta per piazzare il pallone a fil di palo alla sinistra di Rui Patricio. Secondo gol in serie A per Scalvini, dopo quella della passata stagione. La reazione dei giallorossi non si fa attendere. Al 41’ Abraham fallisce una clamorosa occasione per pareggiare, scattando in profondità ma allargando troppo il pallone che, sull’uscita di Sportiello, si perde a lato. Nell’azione successiva, il portiere atalantino ribatte la conclusione di Ibanez che gli si era presentato di fronte. Allo scadere del primo tempo assist di Matic per Abraham, che trova ancora l’opposizione di Sportiello.

A inizio ripresa Gasperini manda in campo Okoli e Muriel per Hojlund e Scalvini, riportando De Roon in mediana. L’ingresso del colombiano accende anche gli esterni Ederson e Pasalic. Al 10’ duello all’ingresso dell’area di rigore atalantina tra Okoli e Zaniolo, che strattona il difensore. Proteste vibrate di Mourinho che viene espulso. Subito dopo Zaniolo tira ancora per la maglia Okoli prima di lasciarsi cadere in area. L’arbitro punisce il romanista. Al quarto d’ora, su corner a favore dell’Atalanta, Abraham respinge il pallone prima della linea di porta. Al 22’ Belotti subentra a Matic per una Roma a forte trazione anteriore. Passano due minuti e Pellegrini chiama Sportiello alla parata. Su capovolgimento di fronte Muriel in azione solitaria calcia oltre la traversa. Alto di poco il sinistro di Zaniolo al 28’. Gasperini si accorge delle difficoltà in cui versa Pasalic e lo avvicenda con Lookman. Al 34’ esce Abraham per Shomurodov. Finale di partita con l’Atalanta in copertura, impegnata a non fare avvicinare i giallorossi alla propria area. Al 42’, dopo l’ingresso di Zalewski per Mancini e il passaggio della Roma alla difesa a quattro, Shomurodov minaccia due volte la porta di Sportiello, prima con un colpo di testa e poi con un rasoterra, sempre a lato. Al 90’ recupero strepitoso e deteminante l’intervento in copertura di Hateboer che intercetta l’assist di Shomurodov a centro area per Belotti. Si chiude con la gioia di Gasperini e della sua squadra, che raccoglie l’applauso dei propri sostenitori arrivati da Bergamo.

ROMA-ATALANTA 0-1

Roma (3-4-2-1): Rui Patricio 5.5 Mancini 6 (42’ st Zalewski sv) Smalling 6 Ibanez 6 Celik 6 Matic 6 (22’ st Belotti 5) Cristante 5.5 Spinazzola 6 Pellegrini 5.5 Abraham 5.5 (34’ st Shomurodov 6) Zaniolo 6 A disposizione: Svilar, Boer, Vina, Tripi, Camara, Bove, Faticanti, Volpato. Allenatore: Mourinho

Atalanta (3-4-2-1): Musso sv (6’ pt Sportiello 7) Toloi 6.5 Demiral 7 De Roon 6.5 Hateboer 7 Scalvini 7 (1’ st Okoli 6.5) Koopmeiners 6.5 Maehle 6 Ederson 6 (43’ st Malinovskyi sv) Hojlund 6 (1’ st Muriel 6) Pasalic 6 (29’ st Lookman 6). A disposizione: Sportiello, Rossi, Soppy, Ruggeri, Boga. Allenatore: Gasperini

Arbitro: Chiffi 6.5 Assistenti: Vecchi e Mastrodonato IV Uomo: Ayroldi Var: Di Paolo AVar: Carbone

Marcatori: pt 35’ Scalvini

Ammoniti: Maehle, Toloi, Hateboer, Demiral, De Roon, Koopmeiners, Malinovskyi

Espulso Mourinho all’11’ st per proteste

Recupero: 3, 5

L’esultanza di Giorgio Scalvini dopo il gol su assist di Hojlund (credits: atalanta.it)

Photogallery Roma-Atalanta 0-1 (Ph: Alberto Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

La Dea si regala tre punti a Monza con rischio ...

Eugenio Sorrentino |
21 Aprile 2024
L’Atalanta è tornata corsara a due passi da casa, guadagnando i tre punti che mancavano dal match con il Napoli, ma stavolta a Monza la vittoria, b...

Gasperini sorride alla vittoria pesante per l’E...

Fabrizio Carcano |
21 Aprile 2024
Tre punti pesanti per l’Europa. Gian Piero Gasperini sorride dopo la vittoria per 2-1 a Monza guardando la classifica. “Sono tre punti fondamentali...

La U23 piega la Pro Sesto e blinda il quinto posto

Fabrizio Carcano |
20 Aprile 2024
Dopo aver conquistato i playoff domenica scorsa, con due giornate di anticipo, l’Atalanta under23, nell’ultima gara casalinga di campionato, ha bli...