Atalanta liquida l’Udinese e piomba in zona Champions

Eugenio Sorrentino |

L’atteso regalo di compleanno per Gian Piero Gasperini è arrivato puntuale, con i tre punti conditi da una prova di forza e qualità dell’Atalanta. L’Udinese è stata piegata e sovrastata con trame forgiate e prodotte a memoria, che hanno trovato sviluppo sulle fasce e solidità sull’asse mediano e nei difensori. Ha ripagato la scelta di confermare l’ossatura impiegata contro il Frosinone, puntando sull’estro e la forma di Miranchuk come alternativa a Koopmeiners. A fare la differenza anche la crescita di De Ketelaere. Entrambi, in perfetta sintonia con gli esterni Holm e Ruggeri, si sono impegnati proficuamente in fase di riepiegamento, mentre Ederson si conferma stantuffo inesauribile a fianco di De Roon, formando una cerniera inestricabile. In questo quadro ha fatto bene Scamacca, che sembra avere raccolto l’invito di Gasperini ad una maggiore mobilità, riuscendo a ritrovare la via della rete. Partita decisa dai gol segnati nel primo tempo da Miranchuk e Scamacca, con De Ketelaere in veste di uomo assist. E Atalanta che entra a pieno titolo in zona Champions.

Gasperini deve rinunciare a Koopmeiners e Hien, causa infortunio, ma porta in panchina Toloi, Hateboer e Touré. In campo per dieci undicesimi la formazione schierata con il Frosinone, con Miranchuk (preferito a Pasalic) al posto dell’indisponibile Koopmeiners. Udinese nel 3-5-1-1 annunciato.

La squadra di Gasperini mette subito la testa in avanti e fa spiovere palloni in area friulana, mentre l’Udinese fa densità a centrocampo e riparte per vie laterali. Le prime conclusioni a rete arrivano, trascorsi i primi dieci minuti, da Scamacca che prima tocca di testa su cross di Ruggeri, con parata facile di Okoye, e poi prova il rasoterra a giro di destro sfiorando il palo più lontano. Con il passare dei minuti mostra di funzionare l’asse Ruggeri-De Ketelaere sulla fascia sinistra, da cui si sviluppa la maggior parte delle azioni offensive dell’Atalanta. Al 19’ sponda in area di Scamacca per l’accorrente Scalvini, il cui tiro viene bloccato a terra da Okaye, il quale si ripete un minuto dopo su De Ketealere. Poi Ederson prova a combinare con Scamacca, ma la trama è interrotta dalla deviazione di un difensore. Il gol del vantaggio matura al 33’ quando Ruggeri verticalizza per De Ketelaere, il cui cross basso a centro area viene raccolto da Miranchuk che angola quel tanto che basta per mettere fuori causa Okoye. L’Atalanta continua a spingere, l’Udinese prova qualche sortita senza rendersi pericolosa. Al 43’, dopo uno scontro fortuito con Scalvini, Carnesecchi deve opporre i pugni a una conclusione di Samardzic. All’inizio del minuto di recupero del primo tempo arriva il raddoppio firmato da Scamacca, il quale sfrutta la sponda di De Ketelaere e di destro incrocia infilando il pallone nell’angolo. Prima di infilare gli spogliatoi, un colpo di testa di Holm, su corner di De Ketelaere, che finisce tra le braccia di Okoye. Nella ripresa l’Atalanta mantiene il controllo della partita e gioca con padronanza e scioltezza. Al 22’ un colpo di testa di Miranchuk parato da Okaye precede la tripla sostituzione operata da Gasperini. In campo Zappacosta, Hateboer e Pasalic, al posto di Holm, Ruggeri e Scamacca. Nel finale in campo anche Palomino per Scalvini, con Djimsiti spostato a destra, e scampolo anche per Muriel, che subentra a Miranchuk.

ATALANTA-UDINESE 2-0

Atalanta (3-4-1-2): Carnesecchi 6 Scalvini 6.5 (35’ st Palomino 6) Djimsiti 7 Kolašinac 6.5 Holm 7 (24’ st Hateboer 6) de Roon 7 Ederson 7.5 Ruggeri 7 (24’ st Zappacosta 6) Miranchuk 7.5 (43’ st Muriel sv) Scamacca 7 (24’ st Pasalic 6) De Ketelaere 7.5. A disposizione: Musso, Rossi, Toloi, Palomino, Bakker, Adopo, Touré. Allenatore: Gian Piero Gasperini.

Udinese (3-5-1-1): Okoye 6 Joao Ferreira 5 Perez 5 Kristensen 5 Ebosele 5 (1’ st Ehizibue 5) Lovric 5 (35’ st Brenner sv) Walace 5 Samardzic 5 (16’ st Payero 5) Kamara 5 (31’ st Zemura 5) Thauvin 5 (16’ st Pereyra 5) Lucca 5. A disposizione: Silvestri, Padelli, Kabasele, Masina, Tikvic, Zarraga, Giannetti, Camara, Success. Allenatore: Cioffi.

Arbitro: Piccinini 6. Assistenti: Perrotti e Trinchieri. IV ufficiale: Pezzuto. V.A.R.: Di Paolo A.V.A.R. Marini.

Marcatori: pt 33’ Miranchuk 45’+1 Scamacca

Ammoniti: Kristensen, Pasalic, Ederson

Recupero: 1, 3

L’esultanza dei giocatori dell’Atalanta sotto la curva nord dopo il raddoppio firmato da Scamacca (Ph: Alberto Mariani)

Photogallery Atalanta-Udinese 2-0 (Ph: Alberto Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Musso e il nodo secondo portiere

Fabrizio Carcano |
15 Giugno 2024
Tra i nodi da sciogliere in questo mese di giugno per la dirigenza nerazzurra e lo staff tecnico ci sarà la questione del secondo portiere. Scontat...

Riscatto CDK è andata come doveva andare

Fabio Gennari |
13 Giugno 2024
È andata come doveva andare. Come è giusto, logico e importante che andasse. Il primo “acquisto” dell’Atalanta 2024/25 è un ragaz...

Ederson felice all'Atalanta si gode la Selecao

Eugenio Sorrentino |
12 Giugno 2024
Il brasiliano Ederson si sente un giocatore dell’Atalanta e in questo momento pensa al Brasile che lo ha convocato nell’organico verdeoro per la Co...