Atalanta pronta a ripartire con più scelte

Fabio Gennari |

Non i risultati, le prestazioni. Non solo conferme, ma anche le sorprese. Il dicembre atalantino è stato estremamente significativo, nei test internazionali giocati contro Eintracht Francoforte, Nizza, Betis Siviglia e AZ Alkmaar, mister Gasperini ha ruotato un po’ tutti i calciatori a disposizione e i segnali, così come le risposte, sono tutte da valutare. Approfondire. In qualche caso, esaltare. 

Davanti a Musso, molto bravo in diverse circostanze sia a Nizza che a Siviglia, la Dea ha ritrovato Palomino che, a parte la brutta leggerezza vista contro l’AZ, si è sempre ben disimpegnato. Scalvini e Okoli hanno trovato un po’ di spazio in meno rispetto a Toloi e Djimsiti ma, complessivamente, senza Demiral la Dea ha messo in vetrina una difesa convincente. 

In mezzo al campo, Ederson si è confermato un mediano di alto livello e la sorpresa vera è stato Maehle che si è disimpegnato in mezzo al campo, dove di solito giocano de Roon e Koopmeiners: in quella zona di campo, il tecnico ha decisamente tanta scelta. Sugli esterni manca ancora qualcosa, ma senza Hateboer si è finalmente rivisto a destra anche Zappacosta e gli ultimi 80 minuti giocati con Betis e AZ Alkmaar lasciano grande fiducia. Magari ci si poteva attendere più continuità per Soppy, ma le scelte sono state diverse e il 2002 ex Udinese magari la troverà in campionato. 

Davanti, siamo al punto forse più importante, gol e prestazioni di Hojlund (compresi 2 pali) hanno messo in mostra un talento che ha tutto quello che serve per crescere e diventare un punto di riferimento per il gruppo. La coppia con Lookman, miglior marcatore stagionale della Dea, è ottima ma abbiamo visto anche Zapata muoversi bene con l’ex Sturm Graz. Senza dimenticare l’estro di Muriel, il 9 atalantino non sembra ancora in perfetta forma ma i segnali (vedi lo splendido gol di Siviglia dopo l’assist di Nizza per Boga) sono stati molto positivi. 

La ripresa degli allenamenti a Zingonia è fissata per il 2 gennaio (doppia seduta), giorno in cui si apre anche il mercato e, al netto delle cessioni che potranno esserci (non sarà facile), sarà molto interessante capire come si può provare a migliorare una squadra che, non dimentichiamolo, ha collezionato 27 punti in 15 partite, perdendo un po’ terreno solo nell’ultima settimana di gare ufficiali contro Napoli, Lecce e Inter. Si ripartirà dal sesto posto in classifica, dalle belle prestazioni di diversi giocatori e dalla voglia di confermarsi ai vertici. Buon anno all’Atalanta. 

Davide Zappacosta è tornato a correre sulle fasce e appare pienamente recuperato (Ph: A. Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

La Dea si regala tre punti a Monza con rischio ...

Eugenio Sorrentino |
21 Aprile 2024
L’Atalanta è tornata corsara a due passi da casa, guadagnando i tre punti che mancavano dal match con il Napoli, ma stavolta a Monza la vittoria, b...

Gasperini sorride alla vittoria pesante per l’E...

Fabrizio Carcano |
21 Aprile 2024
Tre punti pesanti per l’Europa. Gian Piero Gasperini sorride dopo la vittoria per 2-1 a Monza guardando la classifica. “Sono tre punti fondamentali...

La U23 piega la Pro Sesto e blinda il quinto posto

Fabrizio Carcano |
20 Aprile 2024
Dopo aver conquistato i playoff domenica scorsa, con due giornate di anticipo, l’Atalanta under23, nell’ultima gara casalinga di campionato, ha bli...