Atalanta rimonta e serve il poker alla Salernitana

Eugenio Sorrentino |

L’Atalanta aveva l’obiettivo di conquistare i tre punti del Christmas Match con la Salernitana e portarsi a due lunghezze dalla zona Champions. Ci è riuscita disputando una seconda parte di gara alla sua maniera, ribaltando il risultato e poi servendo un poker con un finale in crescendo, dopo una partenza a handicap facendosi sorprendere a difesa schierata sugli sviluppi di una palla inattiva. Costretta a inseguire, la squadra di Gasperini ha presidiato per tutto il primo tempo presidio costante la metà campo avversaria, affidandosi alla verve di Lookman e Muriel, intorno ai quali si sono strette le maglie granata. Così, dopo un paio di occasioni sventate da l portiere granata Costil, fino alla metà dei primi 45 minuti, l’Atalanta si è ricaricata nell’intervallo e ha rimesso le cose a posto nel giro di 7 minuti, invertendo le posizioni di Koopmeiners e Pasalic, che ha firmato il sorpasso dopo l’ennesimo colpo di classe di Muriel valso il momentaneo pareggio. Pippo Inzaghi ha messo in campo la residua forza d’urto, andando vicina al gol alla mezz’ora, prima che De Ketelaere chiudesse il match e Miranchuk apponesse il sigillo. L’Atalanta del secondo tempo ha dato spettacolo e fatto valere la qualità. Muriel si è dimostrato ancora una volta l’asso nella manica di Gasperini e il “paso doble” di Lookman è un alleato per qualsiasi compagno d’attacco, compreso Pasalic che in posizione avanzata dimostra di poter essere determinante. L’auspicio è recuperare tutti i difensori puri. Sacrificato in difesa, per non rischiare da subito il rientrante Kolasinac, De Roon ha accusato qualche impasse, come in occasione del gol subìto.

LA CRONACA

Gasperini conferma Carnesecchi tra i pali, porta Kolasinac in panchina e arretra De Roon in difesa accanto a Scalvini e Djimsiti. In mediana Ederson e Pasalic, com Zappacosta e Ruggeri sulle fasce. In avanti Koopmeiners alle spalle di Lookman e Muriel, preferito a De Ketelaere. Pippo Inzaghi si affida al modulo 4-3-2-1 con Candreva e Tchaouna alle spalle di Dia.

L’Atalanta parte all’attacco e dopo 8’ va vicina al gol con un colpo di testa di Koopmeiners, servito da Lookman, su cui Costil salva d’istinto. Invece è la Salernitana a passare al 10’ su una palla inattiva da centrocampo servita da Candreva a centroarea, dove Pirola svetta di testa appoggiandola lemme nell’angolo più lontano dove Carnesecchi non può arrivare. Sorpreso, nella circostanza, De Roon. La reazione della squadra di Gasperini è veemente e al 12’ Costil si erge ancora a protagonista salvando di piede su conclusione di Lookman. Ci riprova Koopmeiners al 20’, ma il suo colpo di testa è centrale. Al 23’ veloce ripartenza di Pasalic e palla a Lookman che si defila e calcia, ma Costil copre bene il palo alla sua destra e devia in angolo. Più nulla fino all’intervallo. Ben altro piglio al rientro in campo e dopo 2’ arriva il pareggio firmato da Muriel, che raccoglie il pallone respinto dalla difesa e dalla linea dei 16 metri fa centro colpendo di collo pieno. Nei minuti successivi accade di tutto, con Dia pericoloso in contropiede e Carnesecchi che si accartoccia su conclusione di Martegani, con l’intermezzo di un tiro ravvicinato di Lookman respinto da Costil, fino al gol del sorpasso al 7’ firmato da Pasalic, che finalizza con un rasoterra angolato un’azione avviata da Muriel e rifinita da Lookman. Una volta in vantaggio, l’Atalanta continua a spingere, con Pasalic che scambia la posizione con Koopmeiners, aprendo gli spazi a Lookman e Muriel. Al 18’ il colombiano saetta rasoterra rendendo difficile la presa di Costil e poi prova a trasformare un calcio di punizione dal vertice dell’area, alzando troppo do poco la mira. Al 21’ finisce la partita di Ederson e Muriel, sostituiti da Kolasinac e De Ketelaere. Il cambio permette di riportare De Roon a centrocampo. Pippo Inzaghi richiama Maggiore e Martegani e inserisce

Logowski e Ikwuemesi, che al 28’ riceve in area e punta Carnesecchi, che salva la porta deviandogli il tiro oltre la traversa. La Salernitana prende coraggio e mette i brividi con un tiro di Dia che si stampa sul palo.
Alla mezz’ora esce Zappacosta per fare posto a Hateboer. Al 36’ palla in area di De Ketelaere per Lookman che tocca ma non riesce a deviare a rete, confezionando un comodo passaggio a Costil. Ad allontanare dubbi e fantasmi ci pensa De Ketelaere, che al 38’ insacca su perfetto assist di Scalvini. A risultato acquisito, Gasperini avvicenda Koopmeiners e Lookman con Adopo e Miranchuk, che prova ad entrare nello score con un diagonale che si perde di poco a lato, riuscendovi poi al 44’ quando raccoglie un lancio in area di De Ketelaere e mette alle spalle di Costil, che non tocca ma riesce a trattenere il pallone. Non contento, il russo colpisce pure il palo in un finale in crescendo. Al triplice fischio, giro di campo per Josip Ilicic, ospite speciale del Christmas Match, insieme a Gian Piero Gasperini.

ATALANTA-SALERNITANA 4-1

ATALANTA (3-4-1-2): Carnesecchi 6.5 De Roon 6 Scalvini 7 Djimsiti 6.5 Zappacosta 6 (30’ st Hateboer 6) Ederson 6 (21’ st Kolasinac 6) Pasalic 7.5 Ruggeri 6.5 Koopmeiners 6.5 (40’ sr Adopo sv) Muriel 7.5 (21’ st De Ketelaere 7) Lookman 7 (40’ srt Miranchuk 6.5). A disposizione: Musso, Rossi, Holm, Bonfanti, Zortea, Bakker, Cissè. Allenatore: Gasperini.

SALERNITANA (4-3-2-1): Costil 5.5 Daniljuc 6 (15’ st Bradaric 6) Gyomber 5 Pirola 6 Mazzocchi 5 Coulibaly 5 Maggiore 5 (22’ st Legowski 5) Martegani 5 (22’ st Ikwuemesi 5.5) Candreva 6 Dia 5.5 (41’ srt Cabral sv) Tchaouna 5 (15’ st Kastanos 5). A disposizione: Fiorillo, Salvati, Sambia, Bohinen, Simy, Botheim, Lovato. Allenatore: Pippo Inzaghi

Arbitro: Feliciani 5. Assistenti: Rossi e Cipressa. IV Uomo: Marchetti. Var: Nasca AVar: Irrati

Marcatori: pt 10’ Pirola: st 2’ Muriel 7’ Pasalic 38’ De Ketelaere 44’ Miranchuk

Ammoniti: Pirola, Gasperini, Maggiore, Ruggeri

Recupero: 3, 4

Luis Muriel, terzo gol consecutivo, ha firmato il momentaneo pareggio a inizio ripresa (Ph: A. Mariani)

Photogallery Atalanta-Salernitana 4-1 (Ph: Alberto Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Con il Verona al Gewiss Stadium per riprendere ...

Eugenio Sorrentino |
14 Aprile 2024
Tocca all’Atalanta chiudere il programma del 32° turno di campionato, lunedì 15 aprile alle 20:45, avversario il pericolante Verona, 72 ore prima d...

Padova si conferma bestia nera della U23

Fabrizio Carcano |
13 Aprile 2024
Il Padova si conferma bestia nera per l’Atalanta under23 (in generale in difficoltà con tutte le squadre venete, Vicenza, Arzignano, Legnago e Virt...

La Dea di Liverpool incarna il calcio ben giocato

Federica Sorrentino |
12 Aprile 2024
La voglia di stupire, in casa Atalanta, non è mai mancata. Il mondo del pallone con i suoi osservatori previlegiati dovrebbe esserci abituato e inv...