Atalanta U23 in dirittura d’arrivo

Fabio Gennari |

E’ fissata per la serata del 5 luglio la scadenza dei termini che permettono alle squadre che non hanno ottenuto l’ok all’iscrizione in serie B e in serie C di presentare ricorso. L’Atalanta è interessata alla situazione del Siena, i toscani non hanno presentato la necessaria fidejussione entro il 20 giugno e la Covisoc ha detto no. Praticamente certa l’esclusione che sarà ratificata nella giornata di venerdì 7 luglio dal Consiglio Federale. Una volta ufficializzata la partecipazione della squadra B nerazzurra al campionato di terza serie, inizierà un nuovo percorso che, a ben guardare, influenzerà in qualche modo anche il mercato della formazione di Gasperini. 
Il ragionamento è molto semplice. Fino ad ora, con le regole in vigore, i giovani del vivaio avevano due strade: restare in rosa con la possibilità di giocare una manciata di minuti ogni tanto oppure andare a crescere nelle serie minori prima di fare ritorno a Bergamo. Se si escludono Bastoni e Scalvini, tanti altri elementi anche del ciclo gasperiniano hanno fatto proprio questo percorso. Da Caldara a Gagliardini passando per Conti, Sportiello, Okoli, Cambiaghi e molti altri hanno tutti una storia molto simile. 
La possibilità di avere la seconda squadra iscritta ad un campionato professionistico come la serie C, con avversarie di categoria che lottano ogni domenica per la promozione o evitare la retrocessione, catapulta i giocatori in una nuova dimensione e, allo stesso tempo, svicola la loro crescita da mere logiche di mercato e di opportunità. Crescere allenandosi a Zingonia e con la possibilità di essere chiamati in prima squadra in caso di bisogno ma continuando a giocare e a crescere in un campionato “vero” è una novità di grande rilievo per il mondo nerazzurro. 
Allo stesso tempo, quando viene costruita la rosa della Prima squadra con i 25 iscritti alla Lega di A (17 “liberi”, 4 cresciuti nel vivaio atalantino e 4 cresciuti nel vivaio italiano la regole di base) è evidente che non sarà più necessario prevedere o ragionare su alternative per ogni ruolo che siano di completamento della rosa visto che, in caso di bisogno, si può attingere al serbatoio della squadra B. La Juventus, in questo senso, ha dimostrato le potenzialità della soluzione in diverse circostanze: Hiling-Junior, l’autore del primo gol contro la Juventus a Bergamo nello 0-2 di maggio, è partito dalla squadra B bianconera e si è ritagliato un posto da protagonista nei “grandi”. 

Tra i giovani della Primavera Atalanta molti candidati alla squadra Under 23 (credits: atalanta.it)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Semifinale di Europa League a un passo

Eugenio Sorrentino |
17 Aprile 2024
“L’Atalanta gioca in tre competizioni e ci auguriamo che continui ad essere impegnata su tre fronti il mese di maggio”. Non è stato l’incipit di Gi...

La Dea domina e spreca rimontata dal Verona

Eugenio Sorrentino |
15 Aprile 2024
Un punto invece di tre. L’Atalanta spreca quanto di buono fatto nella prima parte di gara, con una prestazione degna di quanto visto a Liverpool in...

Gasperini non cerca alibi ma sprona ad andare a...

Fabrizio Carcano |
15 Aprile 2024
Giocando tante partite ravvicinate qualcosa si lascia per strada, qualche punto si perde per strada. Gian Piero Gasperini non gira intorno ai disco...