Calcio

Atalanta U23 paga l’inesperienza e cede alla Virtus Verona

3 Settembre 2023

Luciano Locatelli

L’Atalanta under 23 paga l’inesperienza, e forse anche un’amalgama ancora da perfezionare, perdendo la prima partita casalinga in serie C per 2-3 contro la Virtus Verona, protestando per una rete annullata nel tempo di recupero a Italeng per un dubbio fuorigioco. L’esperienza dei veneti ha fatto la differenza in un incontro equilibrato, ma deciso da una mezz’ora di superiorità degli ospiti, con giocatori rodati nella categoria e il 38enne Juanito Gomez e il 34enne Danti a dare qualità ad un attacco completato dal 25enne bomber Matteo Casarotto che ha deciso di fatto il match con le sue giocate.

Atalanta che era partita bene, con aggressività e ordine, sbloccandola già dopo un quarto d’ora con un gol d’autore di Moustapha Cisse’, servito da un lancio di Bonfanti, bravo a girarsi e a sparare un siluro nell’angolo basso. Avanti di un gol la squadra di Modesto ha avuto due nitide occasioni per raddoppiare con Sidibe e poi di testa con Bonfanti. Ma dal 40’ è uscita la Virtus Verona, con mestiere, con le giocate dei suoi attaccanti: al 45’ fallo al limite di Bonfanti, punizione dello specialista Casarotto che ha pennellato di sinistro una parabola nel sette.

Ripresa con la Dea che ha spinto subito sul gas, con un tiro da fuori di Cortinovis (schierato al posto dell’infortunato Capone), ma al quarto d’ora contropiede mortifero di Casarotto che salta Bonfanti come fosse un birillo e insacca senza problemi. Due minuti più tardi il rosso per somma di ammonizioni al 18enne Palestra che lascia la Dea sotto di un uomo e sotto di un gol. Modesto ridisegna la squadra con i cambi, ma l’inerzia è girata per gli ospiti che al 76’ trovano la terza rete con una bordata da fuori del nuovo entrato Manfrin. L’Atalanta reagisce con carattere producendo un assalto finale che nel tempo di recupero porta Italeng a conquistarsi un rigore e a trasformarlo. Lo stesso Italeng segna un minuto più tardi l’illusorio 3-3 ma è in millimetrico offside: finale con il brivido con un’incornata di Solcia neutralizzata dal portiere Sibi.

I ragazzi sono stati bravi, mi sono piaciuti. Siamo alla prima, sappiamo che è un campionato difficile”, ha commentato l’ad nerazzurro Luca Percassi mentre usciva dallo stadio.

Il tecnico nerazzurro Francesco  Modesto vede il bicchiere pieno a metà per la prestazione offerta dai suoi: “Il nostro approccio alla partita è stato positivo, abbiamo avuto subito buone occasioni, poi abbiamo preso campo, abbiamo creato e siamo andati in vantaggio, ma negli ultimi cinque minuti del primo tempo abbiamo un po’ smesso di giocare e abbiamo preso il gol su punizione. Per 40 minuti siamo stati bravi e avremmo potuto andare sul 2-0. Nel secondo tempo stavamo giocando bene ma abbiamo sbagliato un pallone sul gol del 2-1 e poi c’è stata l’espulsione di Palestra. Ma i ragazzi hanno reagito anche in 10, abbiamo segnato il 3-2 e segnato un’altra rete annullata ma vedendo poi le immagini non era fuorigioco. Ora pensiamo alla prossima”.

Atalanta attesa ora dalla trasferta a Trento.

“Questa è una categoria dove trovi giocatori esperti, che sanno dettare i tempi di gioco, hanno malizia nei falli e nel perdere tempo ed è su questo – ha ribadito Modesto – che dobbiamo crescere, ma per voglia e carattere non posso rimproverare nulla ai miei ragazzi. Questa squadra deve crescere e può credere tanto, adesso torniamo a lavorare e prepariamo la prossima partita a Trento.”

Atalanta Virtus Verona 2-3

Atalanta: Vismara 5,5; Solcia 6, Masi 6, Bonfanti 5 (73’ Ghislandi 6); Palestra 5, Mendicino 6, Awua 5,5 (71’ Italeng 6,5), Ceresoli 6; Sidibe 5,5 (56’ Di Serio 6); Cortinovis 5,5 (56’ Mallamo 6), Cisse’ 6. All. Modesto 5,5

Virtus Verona: Sibi 6; Mazzolo 6,5 (81’ Ntube sv), Cellai 6,5, Faedo 6,5, Cabianca 6,5; Danti 6, Zarpellon 6,5 (66’ Manfrin 7), Demirovic 6 (46’ Nalini 6,5), Metlika 6,6; Gomez 6,5 (66’ Toffanin 6,5), Casarotto 7,5 (83’ Menato sv). All. Fresco 6,5

Arbitro: Totaro 6

Marcatori: 15’ Cisse’ (A), 45’  Casarotto (V), 61’ Casarotto (V), 76’ Manfrin, 93’ rig. Italeng (A). Espulso Palestra (A) al 63’ per somma ammonizzazioni 

Esordio amaro per l’Atalanta U23 guidata da Francesco Modesto (credits: atalanta.it)

Condividi l'articolo

ARTICOLI CORRELATI

Screenshot

Atalanta 3 gol alla Primavera nella prima sgambata

18 Luglio 2024

Fabrizio Carcano

Tre reti nella ripresa, e un palo nel primo tempo,…

Leggi di più

Famiglia Percassi e Dea omaggio a Clusone

18 Luglio 2024

Federica Sorrentino

La famiglia Percassi seduta a bordo campo del Centro Sportivo…

Leggi di più