Atalanta U23 primo storico successo

Fabrizio Carcano |

Cresce di partita in partita la nuova Atalanta under23 che, dopo la sconfitta all’esordio contro la Virtus Verona per 2-3 e il buon pareggio per 0-0 domenica a Trento, alla terza giornata centra il suo primo successo stagionale battendo per 3-2 la coriacea ed esperta Giana Erminio.

Esordio stagionale al Comunale di Caravaggio per la squadra di mister Francesco Modesto, che ha confermato per dieci undicesimi la formazione proposta a Trento, con il solido trio difensivo Solcia-Masi-Bonfanti, con il ritorno di Palestra, scontata la squalifica, a destra, e Ceresoli a sinistra, in mezzo la coppia Chiwisa-Awua, con Mallamo da trequartista dietro la coppia offensiva con Di Serio a fare il lavoro sporco e Italeng a fare lo Zapata.

Il 22enne centravanti camerunese è un corazziere bravo a giocare spalle alla porta, a far salire la squadra e ad aprire spazi e in fase realizzativa somiglia al colombiano delle prime tre stagioni in nerazzurro, capace di  segnare inserendosi dopo 9 minuti su assist di un Bonfanti in crescita e poi di mettersi in proprio, su lancio di Mallamo, all’ultimo minuto della prima frazione con un tiro respinto dal portiere Zacchi, inventando il tap in vincente di testa per il raddoppio. E anche sul 3-1, al 58’, l’ex Lecco e Montevarchi ci ha messo del suo facendo un involontario velo sulla punizione angolata da sinistra di Alessandro Mallamo che si è insaccata sorprendendo il portiere Zacchi.

E proprio Mallamo, con un assist ed un gol, è stato l’altro grande protagonista: il 24enne regista milanese, esperienze in C a Novara e poi tre anni in B con Juve Stabia, Pordenone e lo scorso anno una grande annata a Bari, si sta proponendo come leader tattico della squadra, dopo aver sfilato il posto a Cortinovis.

Atalanta vincente e convincente, con il gioco sulle corsie di Palestra e Ceresoli, con la solidità in mezzo di Chiwisa e Awua, con un Bonfanti che sa salire e crossare. Tante belle cose per la baby Dea, ancora inesperta e acerba nel gestire il vantaggio, come dimostra la distrazione che ha portato al secondo minuto di recupero prima dell’intervallo alla prima rete ospite con un’incornata di Minotti su punizione di Lamesta o la disattenzione che nel finale ha permesso agli ospiti di trovare il 2-3 con Verde e di assediare poi i nerazzurri in un finale di sofferenza. Vittoria meritata per la Dea di Modesto, pur con qualche sbavatura da limare: ma dopo tre giornate Italeng e compagni hanno ingranato la marcia giusta.

ATALANTA U23 – GIANA ERMINIO 3-2

Primo tempo: 2-1
ATALANTA U23 (3-4-1-2): Vismara 6; Solcia 6, Masi 6,5, Bonfanti 6,5; Palestra 6,5 (90’ Bernasconi sv), Chiwisa 6, Awua 6, Ceresoli 6 (90’ Mora sv); Mallamo 7 (74’ Sidibe 6); Di Serio 6 (88’ De Nipoti sv), Italeng 7,5.
Allenatore: Modesto 7

GIANA ERMINIO (3-5-2): Zacchi 6; Piazza 5,5, Ferrante 6 (68’ Verde 6,6), Minotti 6,5; Previtali 6 (83’ Groppelli sv), Pinto 5,5 (68’ Marotta 6), Messaggi 6 (59’ Caferri 6), Franzoni 6, Lamesta 6; Fumagalli 6, Fall 5,5 (68’ Ballabio 6,5).
Allenatore: Sala 6

Arbitro: Di Cicco 6

Marcatori: 9’ Italeng (A), 45’ Italeng (A), 47’ Minotti (G), 58’ Mallamo (A), 77’ Verde (G)

L’Atalanta Under 23 ha fatto il suo esordio allo stadio di Caravaggio, che ospiterà le partite casalinghe (Ph: Alberto Mariani)

Photogallery Atalanta U23-Giana Erminio 3-2 (Ph: A. Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Il rientro dell'Atalanta da Dublino tra due ali...

Redazione |
23 Maggio 2024
All’aeroporto di Bergamo, al rientro dell’Atalanta da Dublino, il primo atto della festa, che si preannuncia lunga e partecipata. Nelle prime del p...

La girandola di emozioni dei calciatori dell'At...

Federica Sorrentino |
22 Maggio 2024
Il 22 maggio resterà una data scolpita nell’agenda della vita di ognuno dei calciatori che Gasperini ha forgiato, costruendo una squadra da sogno. ...

L'Europa League all'Atalanta vittoria del merito

Eugenio Sorrentino |
22 Maggio 2024
La sollevano in tre la coppa. Djimsiti, in campo con la fascia di capitano, insieme ai due capitani di lungo corso Toloi e de Roon. Poi passata a G...