BB14 paga le troppe assenze e cede al Padova

Fabrizio Carcano |

Niente da fare per la Bergamo Basket 2014, penalizzata dalle troppe assenze e battuta in casa dal Petrarca Padova per 75-84. La BB14 ha fatto il massimo, tenendo il match aperto fino all’ultimo minuto, ma ha pagato le rotazioni troppo corte per via delle assenze lunghe di Sodero (tornerà ad aprile), Isotta (fuori tre settimane) cui si sono aggiunti in extremis Caridi e Roveda, in panchina ma inutilizzabili. Dovendo schierare per 34 minuti Rota e per 12 Mora, due ragazzi del 2004, e per 29 minuti Cagliani, un 2003, la squadra di Ghirelli ha fatto il massimo possibile, non riuscendo però ad arginare il lungo padovano Morgillo, devastante con 29 punti, e il tiratore Turel, decisivo con 17 punti. 

Bergamo parte malissimo, forzando in attacco e subendo in difesa la maggiore esperienza di Padova che vola subito sul 8-0. La BB14 scalda la mano con Genovese e Manenti, ricuce qualche punto ma il Petrarca con un Turel chirurgico e il lungo Morgillo allunga sul 10-19 e chiude il periodo sopra 16-23. Avvio di secondo quarto con quintetto giovanissimo con i due 18enni Mora e Rota e il 19enne Cagliani: Padova ne approfitta e fugge sul 17-32 e poi con la solita bomba di Turel sul 18-35. Finale di tempo con la BB14 che recupera qualcosa con 4 liberi di Simoncelli a ridurre lo scarto all’intervallo sul 30-42. Ripresa aperta da una fiammata di Simoncelli che con 8 punti in due minuti riporta i suoi ad appena cinque lunghezze di scarto sul 44-49. Bergamo è a due possessi ma Padova trova sempre punti da Morgillo (21 punti alla fine del terzo periodo) e ritorna ad una decina di punti di vantaggio chiudendo la terza frazione avanti 52-61. Ultimo periodo ad alta tensione, Bergamo resta in scia con Manenti e Genovese sul 59-65 ma si inceppa sul più bello, complici alcuni fischi discutibili che innescano una protesta veemente del coach Ghirelli che rimedia un tecnico: Padova dalla lunetta allunga e con Bianconi e Turel sul 59-72. Partita virtualmente finita a cinque minuti dalla fine ma Bergamo ha l’orgoglio per tenerla aperta e arrivare all’ultimo giro di lancette sotto di nove. Polemiche contro la coppia arbitrale alla fine e il rimpianto per i gialloneri orobici di non averla potuta giocare almeno con Caridi e Roveda. Discreto l’esordio del nuovo arrivato Masciarelli, peraltro uscito per un infortunio nel finale. Domenica 29 gennaio Bergamo sarà di scena sul difficile parquet di Capo d’Orlando.

Il nuovo arrivato in maglia giallonero, Dario Masciarelli, al tiro nel match con Padova (Ph: Andrei Hulaia – credits: ufficio stampa BB14)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Paolo Fassina nuovo coach Edelweiss Albino

Luciano Locatelli |
24 Giugno 2024
Sarà Paolo Fassina il nuovo allenatore della Playing For Bergamo Edelweiss Albino, per la stagione 2024/25 di basket femminile serie B di Lombardia...

BB14 via l’asse play-pivot Gianoli e Gallizzi

Fabrizio Carcano |
20 Giugno 2024
In attesa di conoscere il suo futuro la Bergamo Basket 2014, neopromossa in serie B nazionale da soli dieci giorni, sta salutando diversi protagoni...

Il bergamasco Flaccadori tricolore con Olimpia ...

Fabrizio Carcano |
14 Giugno 2024
C’è anche un pezzo di basket bergamasco nel 31esimo scudetto, il terzo consecutivo, conquistato giovedì sera a Forum dall’Olimpia Milano. Tra i die...