Blu Basket a Trapani recupero a vuoto

Simone Fornoni |

Nella Bassa la palla a spicchi sembra avere i chiodi con la punta pronta a conficcarsi nelle mani. 2 punti, 6 rimbalzi e 5 smistamenti, ma con tre palle perse di troppo. Fine del playmaking della Blu Basket Treviglio, che con un Rodriguez sotto ritmo e un Bogliardi migliore (7 e 3 rimbalzi, una ciuffata pesante) appena migliore ma da guardia non riesce a farsi bastare un Miaschi da 22 con 5 triple nell’inopinato ko di Trapani (78-70; 14-17, 20-21, 26-14, 18-18). Tanto più grave perché contro una squadra priva di chissà quali ambizioni e di un qualunque pivot, visto che Childs ha finito la stagione e il regista Palermo è in infermeria pure lui.

Il recupero della seconda giornata di ritorno del Girone Verde di A2 porta a 9 i ko stagionali in una regular season fin qui da 13 successi su 22 turni, anche se nell’anno nuovo, a equilibri della prima metà saltati per l’addio di Potts seguito da Venuto con l’innesto da ala piccola di Sollazzo, 11 in un mercoledì sera in sordina, la media è di un bottino pieno ogni due allacciate di scarpe. Una partita finita peggio e anche iniziata male al PalaIlio, col 10-2 in mezzo alla prima corsetta cronometrica, ribaltata soltanto grazie alla verve dell’esterno del 2000 con un paio torrido subito in combutta con Reati (8) e un altro per tenere il vantaggio nel quarto dalla sirena corta, quando tra 4′ e 5′ la Gruppo Mascio si arrampica fino al massimo vantaggio (31-22) senza però dare la scossa a un match virtualmente privo di transizioni, pick and roll e altre diavolerie. Nossignori, soluzioni individuali, in prima persona singolare indeclinabile. Addizionate da parte granata dal mismatch vincente, Mollura, ala piccola di ruolo da 21-9 rimbalzi con manita cocente di missili terra-aria su Langston, ridotto a 9 più 6 carambole ciccando dalla lunetta (3/7), con l’unico lungo vero Biordi scavigliato al rientro dal tunnel, più Massone (20 e assist) e Wiggs (19) sempre puntuali nel metterla, vedi l’abisso sul 75-59 che rischiava di ribaltare la differenza canestri (76-60 per la rotazione di Michele Carrea all’andata) attenuato dal riavvicinamento dalla lunga Miaschi-Reati-Bogliardi fino al 75-70 in un giro di lancetta.

Dal 42-34 in avvio di ripresa alla contro-rimonta Massone-Mollura (il play tascabile Romeo 7, gli ex Tomasini e Taflaj 6 e 5; di qua Sacchetti 6+8, D’Almeida 5 e Lupusor 0), il crollo. Romeo infila una della nove sinfonie dal divano dei suoi per il 49-50 e la guardia piemontese la rimette sopra grazie a un gioco da dispari scivolando lungo la linea di fondo. A parte Orzinuovi da battere domenica nella Bassa Bresciana, il resto del calendario da qui al 10 aprile recita Pistoia e Torino da ospitare al PalaFacchetti e l’ultima a Cantù.

Un tiro in sospensione di Miaschi nel match con Trapani (credits: ufficio stampa Blu Basket)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

BB14 terzo ko consecutivo

Fabrizio Carcano |
4 Febbraio 2023
Un’altra sconfitta per il Bergamo Basket 2014, battuta in casa per 69-84 da Bernareggio e in caduta libera con tre sconfitte consecutive, con otto ...

Edelweiss Albino continua la striscia positiva

Luciano Locatelli |
4 Febbraio 2023
Vittoria e partita combattuta per la Edelweiss Playing For Bergamo Albino che, priva di due sue giocatrici importanti, riesce comunque ad imporsi p...

Blu Basket sbanca Milano con lo show degli esterni

Redazione |
4 Febbraio 2023
La Gruppo Mascio Blu Basket conduce e in porto la gara con l’Urania Milano battendo i milanesi 84-72. Gli esterni biancoblù protagonisti del ...