Boga e Maehle acquisti virtuali di gennaio

Fabio Gennari |

Nel mercato di gennaio, praticamente fermo per l’Atalanta al netto della cessione di Malinovskyi, in realtà ci sono stati due “nuovi acquisti” che potrebbero essere molto preziosi nella seconda parte di stagione. Parliamo di Jeremie Boga e Joakim Maehle, giocatori già in rosa con Gasperini da almeno un anno che però stanno offrendo prestazioni che non abbiamo mai visto e che riescono ad incidere sulle partite in modo francamente inatteso. 
Il numero 10 della Dea contro la Sampdoria non ha fatto gol o assist ma, ancora una volta, nell’azione che ha portato all’1-0 di Maehle è stata sua l’iniziativa più importante: strappo sulla sinistra, cross per Lookman che prende il palo e poi vantaggio su cross di Maehle. Il piglio che si vede durante le partite osservando Boga giocare è ciò che convince davvero, l’ex Sassuolo è all’Atalanta da un anno (arrivò nel gennaio 2022) ma mai aveva convinto come in questo mese di gennaio. Ora che è fuori dal mercato è chiaro che tutti si aspettano una crescita continua da parte di un ragazzo che non deve imparare i meccanismi del tecnico ma trovare solo il modo di viverli da protagonista ogni domenica. 
Fino ad un paio di partite fa si parlava di un Maehle che potrebbe anche essere utile in mezzo al campo, Gasperini su quella fascia ha proposto sia nelle amichevoli di dicembre che con La Spezia, Bologna e Salernitana il giovane Ruggeri ma la titolarità di Maehle a sinistra è tornata con Juventus e Sampdoria ed è stata “bagnata” con due gol da opportunista vero nel cuore dell’area di rigore. Va detto che in 20 partite ufficiali giocate in stagione, Gasperini ha scelto il danese in ben 19 occasioni quindi non è in discussione che si tratti di un ragazzo sempre molto considerato. Quello che è cambiato negli ultimi giorni è che le prestazioni del numero 3 nerazzurro assomigliano molto a quelle con la Danimarca e sono pure arrivati due gol molto, molto importanti. Se Maehle è questo, le voci e le idee di partenza che si potevano ipotizzare dalle parti di Zingonia sono da considerare ormai passate. Perché è vero che non è un mancino naturale ma alla fine contano i risultati. E i suoi, adesso, sono ottimi. 

Jeremie Boga sta offrendo prestazioni di notevole spessore sul fronte offensivo sinistro (Ph: A.Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

L'Europa League all'Atalanta vittoria del merito

Eugenio Sorrentino |
22 Maggio 2024
La sollevano in tre la coppa. Djimsiti, in campo con la fascia di capitano, insieme ai due capitani di lungo corso Toloi e de Roon. Poi passata a G...

La Dea sull'Olimpo con l'Europa League

Eugenio Sorrentino |
22 Maggio 2024
Il cielo è nerazzurro atalantino sopra Dublino. L’Atalanta di Gasperini completa il capolavoro di una stagione che ha cambiato la storia della soci...

Botta e risposta nella pancia dello stadio di D...

Luciano Locatelli |
22 Maggio 2024
Nella sala stampa dello stadio di Dublino, Gian Piero Gasperini ha portato con se emozioni, soddisfazioni, consapevolezza di avere fatto qualcosa d...