Bugno si racconta a Treviglio 

Giulia Piazzalunga |

“Per non cadere – La mia vita in equilibrio” (Baldini+Castoldi) non è un titolo di recente uscita. Ha visto le stampe nel 2021 ed è il libro che Gianni Bugno ha scritto con Tiziano Marino e la prefazione di Romano Prodi. In esso sono raccontate pagine memorabili del ciclismo italiano, di cui Bugno è stato uno dei più grandi interpreti. Ha vinto Milano-Sanremo, Giro d’Italia, indossando la maglia rosa dalla prima all’ultima tappa, Coppa del Mondo, due Mondiali su strada consecutivi (nel 1991 a Stoccarda e nel 1992 a Benidorm. In Spagna), due Alpe d’Huez, un Giro delle Fiandre, ed è salito due volte sul podio del Tour de France, pur senza vincerlo ma aggiudicandosi quattro tappe. Un campione che ha catalizzato l’attenzione degli sportivi nei primi anni Novanta ed è rimasto una icona per tutti gli appassionati della bicicletta. Un passato glorioso e un presente partecipe. Gianni Bugno è il presidente dell’Associazione mondiale dei corridori professionisti. Ha sempre tanto da raccontare. Lo hanno chiamato a farlo, mercoledì 30 marzo, al Teatro Nuovo di Treviglio. Per scoprire quel mondo incantato del pedale non ancora invaso dalla tecnologia.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Silvia Persico bronzo mondiale che brilla

Federica Sorrentino |
24 Settembre 2022
Il ciclismo bergamasco brilla di bronzo nel cielo iridato d’Australia grazie al terzo posto in volata ottenuto da Silvia Persico nella gara in line...

Martina Fidanza 6 ori tricolori su pista

Federica Sorrentino |
23 Settembre 2022
L’edizione 2022 dei Campionati Italiani di Ciclismo su Pista, svoltasi al Velodromo Francone di San Francesco al Campo, ha incoronato in tutt...

Silvia Persico e Lorenzo Rota prima volta al Mo...

Giulia Piazzalunga |
22 Settembre 2022
Definiti i nomi degli azzurri di ciclismo che nell’ultimo fine settimana di settembre correranno le prove in linea Elite femminile e maschile. Per ...