Cbl Costa Volpino in piena crisi di risultati

Federico Errante |

Anche Melendugno ha banchettato con una Cbl Costa Volpino che adesso – dopo l’ottavo ko consecutivo, il nono su 12 – è sola sul fondo della classifica. La crisi della matricola è più nera che mai: con quella che, fino alla vigilia, era la squadra con cui si condivideva l’ultima piazza del girone B di A2 arriva l’ennesima e pesantissima battuta d’arresto (0-3). Per la portata, per l’incapacità d’abbozzare una reazione dopo aver perso (26-28) un primo set  comunque adeguatamente approcciato (sebbene fossero stati cestinati un 18-13 e tre set-point) e perché, domenica prossima, la trasferta in Sardegna sul taraflex di Olbia ha il sapore dell’ultima spiaggia. Nel vero senso della parola. Non tanto per la classifica (il regolamento che spezzerà in due, cinque da una parte e cinque dall’altra le formazioni che giocheranno da un lato la promozione e dall’altro la permanenza in categoria), quanto per la disperata ricerca di una scossa in grado di ridare verve ad una compagine che sembra essersi persa e che, ancor peggio, si sta mostrando totalmente incapace di rialzarsi all’interno della singola partita. In questo senso, i parziali a 17 e a 16 contro Narconon sono fin troppo esplicativi. Passi per il filotto di ko con le avversarie più accreditate, ma quelli con Offanengo (fuori) e con Melendugno (che già si era imposta nella gara d’andata in Puglia) fanno riflettere e chiamano la truppa ad un esame di coscienza. La società rimane vigile sul mercato – a giorni dovrebbe arrivare un altro innesto straniero nel reparto offensivo -, fatto sta che anche le variazioni inizialmente apportate domenica da coach Cominetti per cercare una chiave, non hanno sortito il minimo effetto. Contro Caracuta e compagne, il tecnico ha cominciato con la cubana Campos in 4, Rossi per Boshnakova in 2 ed Agbortabi al centro in tandem con Mazzoleni, la sola a garantire un rendimento costante e all’altezza (10 palloni a terra, 56%). Tutto inutile se poi, come puntualmente accaduto, riappaiono i soliti fantasmi e le rese pressoché incondizionate. Ora testa all’isola, contro la rivale con cui è arrivato l’ultimo sorriso (3-0 il 29 ottobre). Per non affondare. Il tempo per trovare la scialuppa c’è, ma bisogna sfruttarlo senza imbarcare altra acqua. 

Un momento di esultanze delle ragazze di Cominetti, reduci dall’ottavo ko consecutivo (credits: CBL Costa Volpino)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Carlo Parisi nuovo coach Volley Bergamo 1991

Redazione |
17 Aprile 2024
Il Volley Bergamo 1991 ha ufficializzato l’arrivo di Carlo Parisi, nuovo coach. Il suo palmares è di tutto rispetto. Uno Scudetto, una Coppa Italia...

Carlo Parisi in pole per la panchina di VBG91

Michele Ferruggia |
16 Aprile 2024
Sulla panchina de Il Bisonte Firenze ha chiuso la regular season al decimo posto, contribuendo alla salvezza di Volley Bergamo 1991 con la vittoria...

CBL resta in A2 con il titolo sportivo di Cuneo...

Federico Errante |
16 Aprile 2024
La notizia, già nell’aria da tempo, ha assunto i crismi dell’ufficialità. Pur retrocessa sul campo, la Cbl resta in serie A2. Il club d...