Chance per Piccoli e Miranchuk

Federica Sorrentino |

È una squadra davvero rimediata quella partita per Roma. L’Atalanta anti-Lazio affida a Gasperini il compito di risolvere l’ennesimo cubo di Rubik. Si è capito che all’appello ne mancano sette, numero sufficiente ad affrontare la trasferta con i biancocelesti di Sarri quanto a complicare i giochi di formazione di Gasperini, che deve rinunciare anche a Zapata e Gosens. E per fortuna, non ci sono squalificati. Si profila, ancora una volta, il ricorso al 4-2-3-1, con Pezzella che, come nella partita con l’Inter, giocherà sulla linea dei difensori, Pessina che potrebbe essere adattato in mediana, mentre Zappacosta e Maehle sono candidati a presidiare le fasce. Le soluzioni nel reparto avanzato sono rappresentate da due giocatori che erano destinati a fare le valigie e ora sono diventati indispensabili. Si tratta di Miranchuk, probabile trequartista, e Piccoli, terminale offensivo. Per il russo si profila una svolta e potrebbe restare a Bergamo, soprattutto se sfoggerà una prestazione più convincente di quanto abbia fatto in precedenza. Panchina affollata di giovani della Primavera. Il calcio ai tempi del Covid ormai è questo. Con la speranza che, superato questo ostacolo e dopo la sosta, Gasperini possa tornare a disporre della rosa completa o quasi. Ai giocatori chiamato a scendere in campo con la Lazio viene chiesto lo stesso atteggiamento che ha permesso di tenere testa all’Inter minacciando di vincere.

Il russo Miranchuk candidato a una maglia da titolare nel match con la Lazio (credits: atalanta.it)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Occhi puntati su Zapata

Fabio Gennari |
23 Settembre 2022
L’Atalanta di Gasperini, dopo la sosta per le Nazionali in cui sono impegnati 12 giocatori della rosa, affronterà a Bergamo la Fiorentina di ...

Atalanta fucina di nazionali

Eugenio Sorrentino |
22 Settembre 2022
C’è il solo Rafael Toloi nella selezione azzurra di Roberto Mancini a rappresentare l’Atalanta. L’italo-brasiliano, campione europeo nel 2021, è ri...

Giorgio Scalvini marchio di qualità

Federica Sorrentino |
21 Settembre 2022
Giorgio Scalvini, 19 anni il prossimo 11 dicembre, è già più di un predestinato. Possiede già, oltre che piedi buoni e struttura fisica, intelligen...