Cinque partite e poi

Fabio Gennari |

Solo 5 partite per mantenere il quinto posto in attesa di capire cosa ne sarà della Juventus. Con la possibilità di prendere anche l’Inter, ovvero il posto numero 4 e centrare una clamorosa qualificazione alla Champions League che sarebbe la quarta della storia e dell’era Gasperini. Si gioca su questi due numeri il finale di stagione che attende l’Atalanta, per la classifica avulsa con Milan e Roma (tutte a 58 punti) i bergamaschi in questo momento sono certi di un posto nelle coppe della prossima stagiona ma è evidente che tutto sia ancora in gioco. Le 4 squadre in soli 2 punti (l’Inter è a 60) raccontano di una situazione che, dopo il meritatissimo Scudetto vinto dal Napoli, regalerà un finale di stagione ad alta emozione per le squadre che lottano in vetta.
I bergamaschi dopo la sconfitta interna con il Bologna di qualche giornata fa sembravano rischiare addirittura il settimo posto, ora le distanze sono nette (+12 sulla Fiorentina ottava) e quindi è giusto pensare soltanto a come la griglia di posizioni che valgono Champions, Europa e Conference League verrà composta. Manca poco ma allo stesso tempo i 15 punti ancora in palio valgono tantissimo, soprattutto perché gare come quelle contro Juventus e Inter sono scontri diretti da gestire al meglio mentre contro Salernitana, Verona e Monza potrebbero arrivare i punti decisivi. 
Oggi, come detto, l’Atalanta è quinta ma c’è la Juventus (terza) che vive una situazione di assoluta incertezza. A giorni potrebbero esserci novità sul -15 e una nuova penalizzazione, da più parti, viene considerata scontata. Difficile capire di che entità potrebbe essere la prossima punizione per i bianconeri ma sullo sfondo c’è anche l’intenzione, da più parti palesata, della UEFA di estromettere la Juventus dalle prossime competizioni europee. Chiaro che si tratta di una decisione che condizionerà anche le altre squadre in corsa, tra Champions ed Europa League ballano diversi milioni di euro ma l’Atalanta in questa fase non deve spendere troppi pensieri per questo fronte: andare in campo e vincere più partite possibili è l’unica strada per continuare a meritarsi un posto in Europa. 

Duello tra Scalvini e Di Maria nella gara di andata tra Juventus e Atalanta (Ph: A. Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Padova si conferma bestia nera della U23

Fabrizio Carcano |
13 Aprile 2024
Il Padova si conferma bestia nera per l’Atalanta under23 (in generale in difficoltà con tutte le squadre venete, Vicenza, Arzignano, Legnago e Virt...

La Dea di Liverpool incarna il calcio ben giocato

Federica Sorrentino |
12 Aprile 2024
La voglia di stupire, in casa Atalanta, non è mai mancata. Il mondo del pallone con i suoi osservatori previlegiati dovrebbe esserci abituato e inv...

Atalanta da sogno travolge i Reds

Eugenio Sorrentino |
11 Aprile 2024
L’Atalanta riscrive la storia e replica l’impresa allo stadio Anfield, dove aveva già vinto nella sua seconda annata in Champions League, imponendo...