Clean sheet 7 volte su 10 Atalanta più solida

Fabio Gennari |

Nelle prime 10 partite di campionato, l’Atalanta non ha preso gol in 7 occasioni e sono arrivate 6 vittorie e il pareggio con la Juventus. Nelle 3 partite in cui ha subito 8 reti (Frosinone, Fiorentina e Lazio sempre in trasferta), la squadra di Gasperini ha sempre perso dando ragione a quegli allenatori che sostengono la testi della porta inviolata: se non prendi gol, non perdi. Quindi la classifica si muove. 
Gasperinizzando il concetto, ribadendo che per il mister di Grugliasco non è basilare tenere a 0 la propria porta mentre è molto più pesante fare sempre un gol in più degli avversari, è vera invece un’altra cosa importante: non subire gol aumenta la fiducia e la sicurezza, si gioca con maggior convinzione e consapevolezza che comunque si atterra, al massimo, sul morbido cuscino dello 0-0. E l’Atalanta, in questa stagione, ha preso pochi gol che l’hanno destabilizzata concentrandoli in specifiche gare che, per un motivo o per l’altro, poi non hanno lasciato buone sensazioni.
L’aspetto positivo è legato alla natura dei gol presi. Positivo perché degli 11 gol incassati tra campionato ed Europa League non ce n’è praticamente nessuno “strutturale”, legato ad un difetto della rosa o ad una caratteristica negativa del gioco. Contro Sporting Lisbona e Sturm Graz gli avversari hanno bucato Musso su calcio di rigore (due falli di mano casuali e ingenui) e autorete. In campionato a Frosinone e Firenze si sono subite reti per errori individuali abbastanza banali, a Roma la Lazio ha segnato su autogol e con due azioni che hanno sfruttato la stanchezza di Lisbona e amnesie difensive di Djimsiti (in giornata no) e compagni. non a caso, quando poi la squadra ha reagito sul piano dell’attenzione nella gara successiva è praticamente sempre successo di tenere la porta inviolata. 
L’Atalanta che si appresta ad affrontare l’Inter è una squadra matura, consapevole e che si sente sicura. Davanti il gol prima o poi arriva, solo con la Juventus ci si è fermati sulla traversa di Muriel per uno 0-0 che ha visto comunque i bergamaschi farsi preferire. E se in attacco si segna mentre dietro si blinda la porta, il risultato è scontato, ovvero la vittoria. 

Anche a Empoli, in una partita dominata dall’Atalanta, Musso ha neutralizzato un paio di conclusioni ravvicinate dei toscani, mantenendo la porta inviolata (Ph: A. Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Semifinale di Europa League a un passo

Eugenio Sorrentino |
17 Aprile 2024
“L’Atalanta gioca in tre competizioni e ci auguriamo che continui ad essere impegnata su tre fronti il mese di maggio”. Non è stato l’incipit di Gi...

La Dea domina e spreca rimontata dal Verona

Eugenio Sorrentino |
15 Aprile 2024
Un punto invece di tre. L’Atalanta spreca quanto di buono fatto nella prima parte di gara, con una prestazione degna di quanto visto a Liverpool in...

Gasperini non cerca alibi ma sprona ad andare a...

Fabrizio Carcano |
15 Aprile 2024
Giocando tante partite ravvicinate qualcosa si lascia per strada, qualche punto si perde per strada. Gian Piero Gasperini non gira intorno ai disco...