Curtoni davanti a Goggia con mano rotta

Federico Errante |

“Mi sono rotta la mano”. Un’esclamazione dopo il traguardo che non lasciava già presagire nulla di buono. Sofia Goggia, ha riportato la frattura scomposta del secondo e terzo metacarpo della mano sinistra al termine della prima discesa di St Moritz (Svizzera) terminata al secondo posto, alle spalle dell’altra azzurra Elena Curtoni al terzo sigillo in carriera dopo una performance sontuosa. Una doppietta fantastica, raggio di sole in una giornata iniziata male e finita anche peggio. La nebbia, la partenza abbassata, la prova accorciata di una trentina di secondi, la neve e la bellezza di oltre 5′ a causa di un infortunio di un addetto alla pista che ha obbligato la 30enne bergamasca a sostare in partenza oltre il lecito consentito. Una prova-sprint che, di fatto, ha cancellato ogni indicazione emersa nelle due prove cronometrate con la nostra sempre protagonista. Eppure ci è voluta tutta la sua classe per artigliare il podio numero 43 in carriera , a 29/100 dall’1.09.40 della compagna di squadra. Terza a 73/100 la campionessa olimpica di specialità, la svizzera Corinne Suter, ma benissimo anche il risultato di squadra delle azzurre con Federica Brignone settima e Laura Pirovano decima. A punti anche Karoline Pichler 23ma, al miglior risultato nel circus. Goggia consolida il primato nella graduatoria di specialità, ma sarà una corsa contro il tempo e contro il dolore per sapere se potrà essere al cancelletto del bis di domani alle 10.30: l’operazione è in programma questo pomeriggio a Milano. “Ho sentito immediatamente dopo l’impatto col palo – ha raccontato Sofia -, che mi era successo qualcosa alla mano. All’arrivo quasi non la muovevo. Peccato perché è stata una bella gara: farò di tutto per essere pronta per domani”. Perfettamente riuscito l’intervento chirurgico a cui è stata sottoposta Sofia Goggia (sempre seguita da Andrea Panzeri, presidente della Commissione Medica FISI) presso la Clinica la Madonnina di Milano per la riduzione delle fratture scomposte al secondo e terzo metacarpo della mano sinistra. Alla vicecampionessa olimpica di discesa libera è stato applicato un tutore. Fatto ritorno a St Moritz, Sofia Goggia si è riservata di decidere nella mattinata di sabato 17 dicembre se prendere parte alla seconda discesa in programma alle 10:30.

Maltempo anche in Val Gardena dove è stato cancellato il superG maschile. Domani, meteo permettendo, spazio alla discesa. 

Sofia Goggia si è riservata di decidere se essere al via della seconda discesa a St Moritz dopo l’operazione alla mano sinistra fratturata (credits: Pentaphoto/FISI)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Goggia e Moioli inseguono l’oro mondiale che manca

Federico Errante |
12 Giugno 2024
Una stagione mondiale. Saranno 14 le discipline della galassia Fisi che nell’annata 2024/2025 metteranno in palio i rispettivi titoli iridati...

Paola Magoni “l’altra” Rosa Camuna

Federica Sorrentino |
30 Maggio 2024
Il paese natio di Selvino aveva riservato a Paola Magoni una festa fantasmagorica per celebrare il quarantennale dell’oro olimpico nello slalo...

Goggia e Moioli con il mondo dello sci alpino a...

Federico Errante |
24 Maggio 2024
Sofia Goggia, Lorenzo Gritti e Michela Moioli, tre bergamaschi al Quirinale tra i 31 atleti della Fisi ricevuti a Roma dal Presidente della Repubbl...