De Roon sul podio delle presenze

Fabio Gennari |

Marten de Roon, centrocampista olandese della Dea e faro della squadra di Gasperini, sabato scorso contro il Verona ha raggiunto un traguardo importante: con 238 partite in serie A che lo hanno visto protagonista con la maglia dell’Atalanta, l’olandese ha raggiunto Livio Roncoli (difensore degli anni ’50 scomparso nel 2013) al terzo posto assoluto per presenze nel massimo campionato italiano con i colori nerazzurri. Davanti a de Roon ci sono ormai solo Bellini e Angeleri a quota 281 e anche se serviranno altri 2 tornei per raggiungerli la speranza del numero 15 olandese è che si tratti solo di una questione di tempo. 
Si tratta di un traguardo molto significativo per un ragazzo che a Bergamo è passato dall’essere un buon centrocampista ad un pilastro della squadra rivelazione degli ultimi anni, in Italia e in Europa. L’Atalanta di Gasperini ha fatto parlare di sé sia per le imprese in A (tre terzi posti di fila, un gioco spumeggiante e aggressivo, quasi 100 gol segnati nel 2019/20) ma anche per quello che ha saputo fare in Champions League dove ha sfiorato la semifinale contro il Paris Saint Germain nel 2020. 
In tutte queste squadre, Marten de Roon è sempre stato presente da protagonista. Prima con Freuler, ora con Koopmeiners ed Ederson le sue prestazioni si sono sempre segnalate per essere un concentrato di cuore, spirito di abnegazione e lavoro oscuro al servizio dei compagni. Certo, qualità e intraprendenza non mancano mai e non è un caso che grazie all’Atalanta de Roon sia entrato in pianta stabile anche nel giro dell’Olanda con cui ha giocato il Mondiale in Qatar (e non solo). 
Il futuro del numero 15 nerazzurro sembra ormai scritto, de Roon ha più volte dichiarato anche senza troppi giri di parole che il suo obiettivo è chiudere la carriera a Bergamo dove si è stabilito con la moglie Ricarda e le figlie a due passi dal centro città. Dopo la parentesi al Middlesbrough, Marten de Roon è tornato a Bergamo e il suo nome resterà nella storia come uno degli alfieri della Dea più bella che si sia mai vista (almeno fino ad oggi) sul rettangolo verde. Quella di Gasperini, l’allenatore che lo ha fatto diventare uno dei fari nerazzurri. 

Marten de Roon ha giocato 238 volte in A con la maglia dell’Atalanta (Ph: A. Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Atalanta domina il Bologna e poi abdica

Eugenio Sorrentino |
3 Marzo 2024
In questa stagione il Bologna si conferma bestia nera dell’Atalanta, che vede capovolte le proprie aspirazioni di sorpasso in classifica, subendo u...

A Gasperini va stretto solo il risultato con il...

Fabrizio Carcano |
3 Marzo 2024
Questa volta Gian Piero Gasperini mastica amaro. Perché, per la seconda volta, a fronte di una prestazione positiva, la sua Atalanta esce sconfitta...

Gewiss Stadium sold out per il match con il Bol...

Eugenio Sorrentino |
2 Marzo 2024
Archiviate le cronache di San Siro, l’Atalanta ritrova l’atmosfera del Gewiss Stadium dove riceve il Bologna, che la precede di due lunghezze, per ...