Dea in finale di Coppa Italia e il sogno continua

Federica Sorrentino |

Con un finale incredibile l’Atalanta piega la Fiorentina e si regala la finale di Coppa Italia con la Juventus e l’accesso alla Supercoppa italiana. Una Dea irresistibile, che ha avuto una marcia in più al di là della superiorità numerica per quasi tutto il secondo tempo. Quando i viola erano convinti di trascinare la contesa ai supplementari, dopo l’1-1 di Martinez Quarta a metà ripresa e il nuovo vantaggio firmato Scamacca, ci hanno pensato Lookman ad assestare il colpo del ko allo scadere del tempo di recupero, validato dal Var, e Pasalic nella fase di prolungamento a rendere più rotondo il punteggio.

L’Atalanta ha avuto il merito di pareggiare il conto dell’andata nei primi minuti con Koopmeiners, costringendo i viola ad andare allo scoperto senza però correre rischi. La squadra di Gasperini, dopo avere visto annullare nel primo quarto d’ora il gol del raddoppio di Scamacca per un fallo di gioco precedente rilevato al Var, ha costruito una serie di azioni in velocità rendendosi pericolosa con lo stesso Koopmeiners e De Ketelaere, che da regista avanzato ha avviato, smistato e concluso pericolosamente. Rimasta in dieci a inizio secondo tempo, i viola hanno arretrato il baricentro ma trovato il pareggio su palla inattiva. Scamacca ha riportato avanti l’Atalanta alla sua maniera, confermando le due doti realizzative, e i subentrati dalla panchina hanno confezionato il successo in quella che una volta si chiamava “zona Cesarini”. Anzi, anche oltre. L’Atalanta resta l’unica squadra in corsa in tre competizioni. Una splendida realtà.

LA CRONACA

Nessuna sorpresa nella formazione scelta da Gasperini, che squalificato lascia la panchina a Tullio Gritti. Davanti a Carnesecchi, in assenza di Toloi e Scalvini, scelta obbligata con Djimsiti, Hien e Kolasinac. Ederson e De Roon in mediana, Zappacosta e Ruggeri sulle corsie, nel reparto offensivo Koopmeiners a supporto di Scamacca e De Ketelaere. Italiano, come all’andata, schiera Bonaventura in mediana con Mandragora, recupera Nico Gonzalez per la fascia destra della trequarti e conferma Belotti in avanti.

Ci prova Nico Gonzalez al 4’ ma Carnesecchi, ben piazzato, non ha difficoltà nella presa. Poi tocca a Belotti, che dai 16 metri impegna il portiere in una respinta a terra. Passa un minuto e Koopmeiners scatta in profondità, approfitta di un rimpallo su Mandragora e s’invola verso la porta di Terracciano, insaccando con un sinistro forte e angolato. Il raddoppio arriva cinque minuti dopo quando De Ketelaere appoggia a Scamacca che dalla lunetta insacca all’incrocio dei pali. L’arbitro viene richiamato dal Var e annulla per un precedente pestone subito da Beltran. La Fiorentina prova a prendere l’iniziativa e al 20’ Djimsiti è bravo e decisivo a contrastare di testa Bonaventura sottomisura. Quando riparte l’Atalanta si rende pericolosa e al 24’, su veloce azione manovrata, Koopmeiners in posizione centrale conclude di destro trovando Terracciano pronto alla respinta. La squadra viola si affida ai lanci lunghi del proprio portiere per avviare l’azione, l’Atalanta copre bene e cerca di operare veloci aperture in avanti. Una di queste vede protagonista De Ketelaere che al 35’ sfiora il palo alla sinistra di Terracciano. Al 41’ altra opportunità per il raddoppio, con apertura sulla destra di De Ketelaere per l’accorrente Zappacosta, il cui cross in area raggiunge Ruggeri che di destro mira all’incrocio ma calcia alto.

All’inizio della ripresa, dopo 3’, combinazione tra i due esterni, con cross di Zappacosta e inserimento a centro area di Ruggeri che di testa angola troppo mancando lo specchio della porta. La svolta all’8’, quando De Ketelaere verticalizza per Scamacca, sgambettato da terzo da Milenkovic che da ultimo uomo viene espulso. Lo stesso Scamacca prova a trasformare il calcio di punizione dal limite ma trova la deviazione della barriera. Italiano richiama prima Belotti per inserire Martinez Quarta e poi avvicenda Beltran con Duncan. Forte della superiorità numerica, l’Atalanta cerca il gol del sorpasso con i viola che difendono con il 5-3-1. La doccia fredda arriva al 23’ quando, su calcio di punizione di Biraghi, Martinez Quarta sbuca alle spalle dei difensori e di testa mette alle spalle di Carsenecchi. Dopo il gol del pareggio viola, escono Ederson e Kolasinac per fare posto a Lookman e Pasalic. Prima della mezz’ora entra Miranchuk al posto di Zappacosta e trenta secondi dopo, su cross di Ruiggeri e assist di testa di De Ketelaere, Scamacca riporta in vantaggio l’Atalanta con una spettacolare semirovesciata. Poco dopo lo stesso Scamacca, in diffida, viene ammonito. Al 37’ Italiano opera le ultime tre sostituzioni, l’Atalanta va vicina al terzo gol a un minuto dal ’90’ con un contropiede di De Ketelaere che conclude oltre la traversa. Allo scadere del tempo di recupero Scamacca parte in contropiede e apre per Lookman che di sinistro in diagonale infila l’angolo più lontano. Non finisce qui. L’arbitro prolunga il tempo di recupero e al 54’ Pasalic fa poker superando con lo scavetto il portiere Terracciano. Scamacca finisce sotto i riflettori e, anche se dovrà saltare la finale perché incappato nel giallo da diffidato, la sua prestazione resta maiuscola.

ATALANTA-FIORENTINA 4-1

ATALANTA (3-4-1-2): Carnesecchi 6 Djimsiti 6.5 Hien 6 Kolasinac 6.5 (25’ st Pasalic 7) Zappacosta 6.5 de Roon 7 Ederson 6.5 (25’ st Lookman 7) Ruggeri 6.5 Koopmeiners 7 Scamacca 8 De Ketelaere 7.5. A disposizione: Musso, Rossi, Bonfanti, Hateboer, Bakker, Adopo, Comi, Touré, Diao. Allenatore: Gasperini (in panchina Gritti)

FIORENTINA (4-2-3-1): Terracciano 5.5 Dodo 5.5 (37’ st Kayode sv) Milenkovic 4.5 Ranieri 5.5 Biraghi 6 Mandragora 5 (37’ st Comuzzo sv) Bonaventura 5 Gonzalez 5 Beltran 5 (15’ st Duncan 5.5) Kouame 5 (37’ st Ikoné sv) Belotti 5.5 (10’ st Martinez Quarta 6). A disposizione: Christensen, Martinelli, Arthur, Parisi, Castrovilli, Infantino, Faraoni, Lopez, Barak, Sottil. Allenatore: Italiano

Arbitro: La Penna 6.5. Guardalinee: Giallatini e Del Giovane. IV Uomo: Marchetti. Var: Aureliano AVar: Marini

Marcatori: pt 8’ Koopmeiners; st 23’ Martinez Quarta 30’ Scamacca 45’+5 Lookman 45’+9 Pasalic

Ammoniti: Mandragora, Kolasinac, Dodo. Espulso all’8’ st Milenkovic

Recupero: 4, 5

Gianluca Scamacca ha segnato in modo spettacolare il secondo gol dell’Atalanta, dopo essersene visto annullare uno nel primo quarto d’ora di gioco (Ph: Alberto Mariani)

Photogallery Atalanta-Fiorentina 4-1 (Ph: Alberto Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Medaglia d'oro Città di Bergamo all'Atalanta

Redazione |
27 Maggio 2024
L’Atalanta Bergamasca Calcio riceverà la medaglia d’oro della Città di Bergamo: la Giunta del Comune di Bergamo ha approvato la delibera che formal...

La Dea batte il Torino e sale al quarto posto

Eugenio Sorrentino |
26 Maggio 2024
L’Atalanta si gode il trionfo di Dublino davanti ai 15mila del Gewiss Stadium, battendo il Torino con tre gol di scarto senza subirne e scavalcando...

Gasperini vede un’Atalanta più brava dei più forti

Fabrizio Carcano |
26 Maggio 2024
L’Atalanta non si ferma più. Vola sulle ali dell’entusiasmo. “Stiamo vivendo un momento di ebbrezza, siamo consapevoli di aver fatto qualcosa di ve...