Della Vite seconda top ten di fila in gigante

Federico Errante |

Marco Odermatt sempre più marziano. Lo svizzero domina anche il gigante di Bansko in Bulgaria: nona vittoria consecutiva tra le porte larghe e 23mo podio uno dietro l’altro, con allungo su Stenmark. La sua vittoria numero 34 in una Coppa del Mondo già in tasca giunge facendo la differenza, in entrambe le prove, nella parte bassa della pista. L’Italia sorride solo grazie a Filippo della Vite che guadagna sei posizioni e centra la seconda top ten di fila dopo l’ottavo posto di Schladming. Il neo per il bergamasco è l’interpretazione della prima parte dalla parte centrale al traguardo in cui lascia almeno mezzo secondo. Ma Pippo c’è e ha ritrovato il suo habitat dopo un disastroso avvio di stagione. Ai fianchi di Odermatt (crono 2.15.75), per la prima volta Alexander Steen Olsen a 91/100 (con la Norvegia che comunque prosegue il digiuno di successi in questa annata) e l’austriaco Manuel Feller a 91. Detto di Della Vite (a 2″01 dalla vetta), 17mo Giovanni Borsotti, 23mo Luca De Aliprandini e 27mo Alex Vinatzer. Niente seconda per Hannes Zingerle 31mo come per Simon Talacci e il debuttante Stefano Pizzato, entrambi out. Domenica 11 febbraio slalom (alle 9.30 e alle 12.30 con diretta tv su Raisport ed Eurosport) con l’esordio del 22enne di Castione della Presolana, Matteo Bendotti.  

E la festa elvetica viene completata da Lara Gut-Behrami. Che guadagna nove posizioni rispetto alla prima parte, gela i sogni azzurri di Marta Bassino e Federica Brignone (da prima e seconda a quarta e sesta), consolida il pettorale rosso di gigante e sorpassa Mikaela Shiffrin in vetta alla classifica generale. A Soldeu è apoteosi per la moglie dell’ex calciatore Valon Behrami con le nostre che possono soltanto recriminare. Per Marta prosegue la maledizione del podio, per Federica resta il sortilegio legato al 2024 e ancora per errori suoi. D’accordo la pista che negli ultimi metri ha fatto pagare dazio a tutte le primissime (vincitrice compresa) però c’è molto di cui rammaricarsi. Sul podio, ad 1/100 dall’1.59.27, c’è la neozelandese Alice Robinson e a 15 l’americana AJ Hurt. Con Fede 4a a 22 e Marta 6a a 32. Nella graduatoria di specialità Gut-Behrami manda Brignone a – 135, nella generale scavalca di 5 lunghezze Mikaela Shiffrin e adesso l’ago della bilancia pende ancor più dalla sua parte. Tra le altre italiane bene solo Elisa Platino (16ma). Fuori dalle 30 le altre: 38ma Roberta Melesi, 42ma la bergamasca Ilaria Ghisalberti, 45ma Ambra Pomaré, out Asja Zenere e Lara Della Mea. Domenica slalom alle 10,30 e alle 13.30(tv Raisport ed Eurosport). 

Prova convincente di Filippo Della Vite nel gigante di Bansko, vinto dallo svizzero Odermatt (Ph: Pentaphoto)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Casse per pochi centesimi lontano dal podio in ...

Federico Errante |
18 Febbraio 2024
Finalmente torna la Grande Italia di sci alpino. Dopo il sabato amaro, il superG di Kvitfjell (Norvegia) riporta sul podio Dominik Paris, terzo a p...

Colere un successo la coppa Europa di snowboard...

Federico Errante |
17 Febbraio 2024
Colere, una “due giorni” di snowboardcross da Coppa del Mondo. Anche se si è trattato di Coppa Europa. Il ritorno della competizione co...

Paola Magoni a Selvino 40 anni dopo l’oro di Sa...

Federico Errante |
17 Febbraio 2024
Quarant’ anni fa, come oggi. Un fil rouge univa Sarajevo a Selvino, il 17 febbraio 1984. Paoletta Magoni sbucava dalla nebbia nello slalom ol...