Djimsiti e de Roon unico obiettivo in campo e fuori

Federica Sorrentino |

Nella conferenza stampa della vigilia della finale di Europa League c’è stato spazio anche per le parole di Berat Djimsiti e Marten de Roon, il più loquace dei due. Per Djimsiti, affrontare una squadra imbattuta in questa stagione può essere una motivazione in più per provarci. Lui, insieme a de Roon, sono gli stakanovisti dell’Atalanta sempre votata a migliorarsi. “Tanti anni con mister Gasperini – fa intendere il difensore – hanno permesso di accumulare esperienza e maturare la consapevolezza di essere competitivi.

“Con o senza di me non importa, conta solo vincere e alzare il trofeo”, esordisce de Roon, chiamato secondo allenatore aggiunto dal momento che è aggregato alla squadra per motivare ancora di più i compagni. A tirare sù il morale del centrocampista ci hanno pensato i tifosi, i quali gli hanno dedicato uno striscione di fronte casa, un gesto che, unito ai tanti messaggi pervenuti dopo l’infortunio che gli impedisce di giocare la finale, gli ricorda quanto forte sia il legame con Bergamo e l’Atalanta. “Siamo maturati negli anni e abbiamo meritato di giocare questa finale – dice de Roon – Abbiamo giocato ogni tre giorni negli ultimi tre mesi. Ora la squadra è chiamata a mettere intensità, giocare al massimo e ripartire subito dopo un errore. Un futuro da allenatore per de Roon? “Certo, mi interessa, ma sono un giocatore e ho ancora tanto da dare. Quali possono essere i difetti del Bayer Leverkusen? “Ha fatto la stagione perfetta, ma ogni squadra è battibile”.

Berat Djimsiti e Marten de Roon hanno parlato dopo la conferenza stampa di Gasperini all’Aviva Stadium di Dublino (credits: UEFA)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Musso e il nodo secondo portiere

Fabrizio Carcano |
15 Giugno 2024
Tra i nodi da sciogliere in questo mese di giugno per la dirigenza nerazzurra e lo staff tecnico ci sarà la questione del secondo portiere. Scontat...

Riscatto CDK è andata come doveva andare

Fabio Gennari |
13 Giugno 2024
È andata come doveva andare. Come è giusto, logico e importante che andasse. Il primo “acquisto” dell’Atalanta 2024/25 è un ragaz...

Ederson felice all'Atalanta si gode la Selecao

Eugenio Sorrentino |
12 Giugno 2024
Il brasiliano Ederson si sente un giocatore dell’Atalanta e in questo momento pensa al Brasile che lo ha convocato nell’organico verdeoro per la Co...