Ederson si scopre jolly di centrocampo

Fabio Gennari |

Nella brutta serata di Lecce, l’Atalanta ha comunque raccolto conferme importanti su un giocatore che, in un ruolo diverso da quello in cui lo si attendeva protagonista, sta dando segnali forti. Il brasiliano Ederson ha giocato ancora nella posizione di mediano, al Via del Mare ha iniziato vicino a de Roon e nella ripresa il compagno è diventato Koopmeiners ma la sua posizione da centrale è rimasta quasi invariata. Dopo settimane in cui lo si attendeva protagonista nella posizione di trequartista, il classe 1999 sudamericano si è messo in mostra con buoni risultati già con il Napoli muovendosi da interno e anche a Lecce si è confermato. 

Chiaramente due partite non possono essere determinanti per giudizi assoluti ma la strada tracciata apre scenari molto netti, sia per il gruppo attuale che pensando al mercato. Tradotto in parole molto semplici: se l’evoluzione di Ederson nel ruolo da mediano continuerà come stiamo vedendo, l’Atalanta potrebbe aver trovato il nuovo de Roon. Ederson è del 1999, ha 8 anni in meno del compagno olandese e appena uno di differenza con Koopmeiners (classe 1998). Lo scenario di inizio stagione sembrava diverso, Scalvini (2003) pareva poter essere il nuovo centrocampista da proporre ma in attesa di eventuali novità su quel fronte intanto va registrata la possibilità che il brasiliano, ad esempio a gennaio, diventi centrale nelle scelte del tecnico. E le amichevoli di dicembre, a questo proposito, possono dare conferme. 

In seconda battuta, la posizione da centrale di Ederson apre nuovi scenari di mercato. Per il ruolo di trequartista restano in gioco Pasalic (che andrà al Mondiale), Malinovskyi (sul mercato da quest’estate), Boga (fuori dai radar) e poco altro. A meno che arrivi un nuovo elemento di qualità nella sessione invernale, la Dea potrebbe anche proporre più spesso le due punte con un centrocampo a 3 (Ederson, Koopmeiners, de Roon) e un atteggiamento più equilibrato. Si potrebbe vedere qualche esperimento in questo senso oppure con una riproposizione del 3-4-3: a quel punto, oltre ad un centravanti, andrebbero identificate le frecce da mettere nella posizione di ala pura. Lookman è il punto fermo, sulla corsia opposta o ci pensa il mercato oppure si rivaluta la posizione di uno dei calciatori sul mercato. Insomma, siamo alla vigilia della sosta ma di carne al fuoco ce n’è davvero molta. 

Ederson, arrivato dalla Salernitana, sta salendo di rendimento anche come mediano (credits: atalanta.it)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Padova si conferma bestia nera della U23

Fabrizio Carcano |
13 Aprile 2024
Il Padova si conferma bestia nera per l’Atalanta under23 (in generale in difficoltà con tutte le squadre venete, Vicenza, Arzignano, Legnago e Virt...

La Dea di Liverpool incarna il calcio ben giocato

Federica Sorrentino |
12 Aprile 2024
La voglia di stupire, in casa Atalanta, non è mai mancata. Il mondo del pallone con i suoi osservatori previlegiati dovrebbe esserci abituato e inv...

Atalanta da sogno travolge i Reds

Eugenio Sorrentino |
11 Aprile 2024
L’Atalanta riscrive la storia e replica l’impresa allo stadio Anfield, dove aveva già vinto nella sua seconda annata in Champions League, imponendo...