Elisa Valesin record da favola e Matteo Togni vola sugli ostacoli alti

Michele Ferruggia |

L’atletica bergamasca ha conseguito due importanti risultati indoor nella giornata di domenica 14 gennaio. A Padova, la diciassettenne Elisa Valensin ha corso in 23.79 sui 200 metri, firmando il nuovo record italiano under 20 al coperto. La portacolori dell’Atletica Bergamo 1959 Oriocenter ha ottenuto due primati. Il suo tempo corrisponde alla migliore prestazione italiana allieve indoor e abbassa il 24.07 di Chiara Gherardi stabilito sei anni fa ad Ancona (11 febbraio 2018), ma soprattutto abbatte il limite della categoria juniores: sei centesimi in meno rispetto al 23.85 di Dalia Kaddari (Ancona, 9 febbraio 2020). Il suo crono indoor di Padova non è troppo distante dal personale all’aperto, il 23.63 realizzato in estate agli Europei U20 di Gerusalemme dove ha raggiunto la finale piazzandosi al settimo posto. Elisa Valensin, allenata dall’ex lunghista e ostacolista azzurro Fausto Frigerio, è in piena ascesa. Nel weekend precedente a Bergamo, con 8.35 ha siglato uno dei migliori tempi della storia nei 60 ostacoli per una teenager italiana mentre sui 400hs nella passata stagione è scesa a 58.33, terza allieva alltime a livello nazionale, prima di lottare per le medaglie al Festival olimpico della gioventù europea di Maribor. 

Altro risultato tecnico di grande rilievo è stato ottenuto nella riunione regionale indoor di Bergamo da Matteo Togni, portacolori della Bergamo Stars, alla prima uscita da junior sui 60 ostacoli con la barriera da 106 centimetri. Il 17enne ostacolista allenato da Mattia Folli ha fatto segnare 7.92 in batteria, poi in finale è sceso a 7.83, a un solo centesimo dalla migliore prestazione italiana juniores detenuta da Lorenzo Ndele Simonelli dal 2021. Togni, campione italiano Allievi di 60m ostacoli indoor e 110m ostacoli nel 2023, compirà 18 anni nel mese di febbraio.

Nelle altre gare maschili spicca il successo del classe 2006 Michele Arrigoni (Atletica Bergamo 1959 Oriocenter) terzo nel tricolore Allievi outdoor vinto da Togni, che nella prova Juniores con barriera da un metro ha fatto segnare 8.37 in finale migliorandosi di 8/100. Nei 60m ostacoli donne l’under 23 Chiara Minotti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) toglie 1/100 al PB in batteria per correre in 8.65 e poi vince la finale in 8.66. Sui 60m piani la gara maschile è dominata da Samuele Rignanese (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter): 6.91 in batteria (6.96 per Stephen Akenuwa/Atl. Chiari 1964 Libertas e 6.97 per Cristian Cannavò/Atl. Rovellasca) e 6.91 pure in finale A per superare il 6.93 di Gianmarco Messina (CUS Pro Patria Milano) e il 6.98 dello junior Daniel Ohua (CUS Bergamo). Grande prova dell’argento tricolore Cadetti Giovanni Carnelos (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), classe 2008, nell’asta: 4.30 e +20 cm sul personale per battere il 4.20 di Matteo Dozio (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) e dell’altro allievo Federico Sironi (Atl. Monza).

Elisa Valensin ha realizzato il doppio record indoor allieve e junior sui 200 metri (Ph: Atl-Eticamente/FIDAL Veneto – credits: Fidal Lombardia)

Matteo Togni sui 60 ostacoli nel meeting indoor di Bergamo (Ph: Michele Maraviglia)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Sui 20 km di marcia Curiazzi si migliora di 3’

Federica Sorrentino |
22 Aprile 2024
Ai mondiali di marcia a squadre, disputati ad Antalya, la migliore azzurra sulla distanza dei 20 km è stata l’inossidabile Federica Curiazzi, porta...

Lollo sesto e migliore italiano alla Mezza di P...

Redazione |
21 Aprile 2024
Nella mezza maratona internazionale di Padova, trionfo degli atleti kenioti, che occupano le prime cinque posizioni, ma il migliore italiano è Anto...

Trionfo keniano alla 12a Sarnico-Lovere

Giulia Piazzalunga |
21 Aprile 2024
Il keniano Bernard Musau Wambua, portacolori del Parco Alpi Apuane, si è aggiudicato la 12a edizione della Sarnico Lovere Run correndo in solitaria...