Europei su pista trampolino per le Olimpiadi

Michele Ferruggia |

Si sono aperti ad Apeldoorn in OIanda gli Europei Pista, primo appuntamento per la Nazionale in una stagione agonistica che si annuncia lunga ed impegnativa, con le Olimpiadi ad agosto e i Mondiali ad ottobre. In palio 22 titoli (11 per genere) fino a domenica 14 gennaio. La rassegna continentale è una delle ultime occasioni per conquistare punti ai fini del ranking olimpico, che si chiuderà dopo le prove di Coppa del Mondo, a metà aprile. In questa ottica, l’Italia è ben posizionata nell’endurance, nelle prime posizioni con i rispettivi quartetti. Per quanto riguarda il settore della velocità, il Team Sprint maschile deve provare a risalire dal 12° posto nel ranking all’ottavo, ultimo utile per essere ammessi alle gare olimpiche.

Lo scorso anno, in Svizzera a Grenchen, gli Azzurri portarono a casa 3 ori, 3 argenti e 1 bronzo, con titoli nell’inseguimento a squadre, nella corsa a punti con Simone Consonni e nell’inseguimento individuale con Jonathan Milan. Entrambi sono presenti anche in Olanda. Consonni torna in pista dopo un mondiale, quello di Glasgow, sfortunato e che l’ha visto fermarsi per un infortunio. Insieme a Milan è stato chiamato a guidare un quartetto privo di Filippo Ganna e Manlio Moro ma forte del terzo ‘eroe’ di Tokyo, Francesco Lamon. Al completo il gruppo femminile con il tecnico azzurro che avrà solo l’imbarazzo della scelta tra atlete già plurimedagliate come Elisa Balsamo, Chiara Consonni, Martina Fidanza, Vittoria Guazzini, Letizia Paternoster e Silvia Zanardi. Per quanto riguarda il settore veloce, Miriam Vece proverà a raccogliere punti importanti in ottica Parigi 2024 (attualmente sarebbe qualificata), mentre completano il già esperto Matteo Bianchi (22 anni), Daniele Napolitano (21 anni), Mattia Predomo (19) e Stefano Moro (26).

Ai 19 convocati si sono aggiunti anche due giovanissimi e promettenti, ovvero Federica Venturelli, campionessa del mondo ed europea tra gli juniores lo scorso anno nell’inseguimento, e Luca Giaimi, anche lui campione europeo dell’inseguimento, vice campione del mondo e facente parte, insieme a Matteo Fiorin, del quartetto juniores che lo scorso anno ha realizzato il nuovo record del mondo di categoria.

Il quartetto di inseguimento femminile composto da Elisa Balsamo, Letizia Paternoster, Vittorio Guazzini e Martina Fidanza, nell’agosto 2023 ai mondiali di Glasgow (credits: federciclismo)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

42 ciclisti svedesi alla BGY Airport Granfondo

Redazione |
17 Aprile 2024
La BGY Airport Granfondo tornerà a colorare le strade della città e della provincia di Bergamo domenica 5 maggio 2024. Tra le migliaia di iscritti,...

Diego Nembrini vince il Giro d’Abruzzo juniores

Redazione |
14 Aprile 2024
Grande soddisfazione per la Scuola Ciclismo Cene che torna dall’importante trasferta la Giro d’Abruzzo per Juniores con la vittoria finale della cl...

Quartetto femminile d’argento in Nations Cup

Giulia Piazzalunga |
14 Aprile 2024
Ciclismo femminile azzurro d’argento in Canada, teatro dell’ultima prova di Nations Cup. Nella prima giornata di gare sono i secondi posti dell’ins...