Gasperini elogia la vocazione offensiva

Fabrizio Carcano |

“Siamo sulla strada giusta, abbiamo alzato l’asticella a livello offensivo, ma dobbiamo ancora migliorare”.

Gian Piero Gasperini, con esperienza e mestiere, fa le pulci alla sua Dea che segna con la mitragliera.

“Abbiamo preso quattro gol nelle ultime due partite, poi certo se fai così tanti gol poi vinci”, argomenta Gasp, dopo la cinquina allo Spezia, per tenere alta la tensione tra i suoi in vista della Juventus.

Il tecnico nerazzurro ovviamente è contento del risultato (“È una soddisfazione aver passato il turno, altre squadre abbiamo visto che non ci sono riuscite. Volevamo passare il turno e ci siamo riusciti”), come del diluvio dei gol, frutto di un gioco più cinico e di un atteggiamento più aggressivo.

“I gol arrivano da azioni che costruiamo bene. Indubbiamente abbiamo alzato l’asticella a livello offensivo e siamo sulla strada giusta. Ma qualcosa dobbiamo migliorare. Abbiamo fatto tante buone azioni, ho visto tanti buoni segnali, ma anche alcuni negativi, abbiamo anche preso quattro gol nelle ultime due partite e dobbiamo avere più previsione tattica, con due gol di vantaggio non possiamo buttarci tutti in avanti e poi prendere gol in contropiede. Stiamo trovando una buona prolificità in attacco e giocando anche bene, il rovescio della medaglia però è la poca attenzione in fase difensiva nel primo tempo. Ora ci misureremo contro la Juventus e vedremo”.

Gasperini ha poi freddato i troppi contagiosi entusiasmi su un Hojlund diventato un segna-sempre (“L’ho visto fare delle leziosità che non gli appartengono”) e ha voluto elogiare Zapata e di fatto toglierlo dal mercato.

“Zapata può partire a gennaio? A me dà molto fastidio questa cosa, fino a due settimane guai a toccare la rosa. Ora è entrato Hojlund ha fatto bene e quindi scarichiamo Zapata, è una cosa brutta. Non lo so, il mercato di gennaio è piatto come una suola. L’altra sera sono andato ad abbracciarlo perché era triste, ha fatto tanto per questa squadra”.

Chiosa sullo stesso Zapata e su Scalvini, entrambi usciti per infortunio.

“Scalvini ha preso una botta al ginocchio, per cui dovrebbe poter recuperare per domenica. Zapata ha avuto un fastidio muscolare, forse uno stiramento non sappiamo se possa esserci per domenica”.

Nel dopo gara l’ufficio stampa Atalanta ha spiegato che Scalvini ha riportato una contusione al ginocchio destro e Zapata un risentimento muscolare all’altezza dell’anca. Entrambi da valutare, con maggiori possibilità di avere Scalvini disponibile per la gara con la Juventus.

Gian Piero Gasperini saluta gli spettatori del pitch-view prima della gara con lo Spezia (Ph: A.Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Semifinale di Europa League a un passo

Eugenio Sorrentino |
17 Aprile 2024
“L’Atalanta gioca in tre competizioni e ci auguriamo che continui ad essere impegnata su tre fronti il mese di maggio”. Non è stato l’incipit di Gi...

La Dea domina e spreca rimontata dal Verona

Eugenio Sorrentino |
15 Aprile 2024
Un punto invece di tre. L’Atalanta spreca quanto di buono fatto nella prima parte di gara, con una prestazione degna di quanto visto a Liverpool in...

Gasperini non cerca alibi ma sprona ad andare a...

Fabrizio Carcano |
15 Aprile 2024
Giocando tante partite ravvicinate qualcosa si lascia per strada, qualche punto si perde per strada. Gian Piero Gasperini non gira intorno ai disco...