Gasperini loda la sua Atalanta in vista dell’Udinese

Eugenio Sorrentino |

“Abbiamo perso qualche punto nelle ultime settimane, ma il percorso è stato straordinario, uno dei migliori da quando alleno a Bergamo”. L’incipit di Gian Piero Gasperini, nella conferenza stampa della vigilia di Atalanta-Udinese, è un condensato di fiducia sul valore e le potenzialità della squadra. A cosa è dovuto il passo indietro dell’ultimo periodo? “Dobbiamo rimproverarci di avere perso i punti con Sassuolo e Lecce, partite che hanno evidenziato come il campionato sia molto equilibrato e difficile”. Gasperini osserva come la stagione in corso sia stata caratterizzata da un rinnovamento parziale dell’organico. Alcuni giocatori hanno garantito continuità, come De Roon e Koopmeiners, in altri casi andando anche oltre le previsioni, con riferimento a Lookman, Hojlund e Scalvini. “Le ultime tredici partite saranno durissime per tutti – sottolinea l’allenatore – Quest’anno abbiamo palesato qualche difficoltà di gioco ed esaltato le caratteristiche fisiche e atletiche, tante volte abbiamo fatto meglio dell’avversario, anche se il risultato non ha sorriso. Sono cambiate le aspettative e ciò influisce sul giudizio attribuito all’Atalanta. La stabilità è una caratteristica dell’Atalanta, che è rimasta sempre in alta classifica”. La quota punti per l’Europa? “Difficile da fissare. Entriamo in una fase in cui tutti danno il 100 per cento. D’ora in avanti, abbiamo bisogno di più continuità da parte di tutti. Le assenze pesano più che nel periodo precedente. Chi più, chi meno, tutti quelli che vengono impiegati devono dare il massimo. E le scelte sono fatte sulla base del rendimento. Il giudizio dipende da quanto vedo in campo, tutti hanno l’opportunità di ribaltare le gerarchie”. E ribadisce la convinzione che le gare europee sono occasione di crescita e arricchimento.

Lode alla retroguardia: quella dell’Atalanta è la seconda migliore difesa, come nella stagione 2016-17. “Un dato che conferma come dietro si stia facendo bene e registriamo regolarmente buone prestazioni”. Quest’anno sono andati a segno in campionato 17 giocatori della rosa. Gasperini sottolinea che ci si aspetta qualche gol in più dai difensori sulle palle inattive.

All’andata l’Atalanta fermò il cammino l’Udinese, che arrivava da una serie di risultati straordinari. “Rispetto ad allora abbiamo avuto la crescita di qualche giocatore, mentre i friulani hanno perso Deulofeu. E’ una partita che può darci uno slancio importante”.

Gian Piero Gasperini in conferenza stampa alla vigilia di Atalanta-Udinese (credits: atalanta.it)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Con il Verona al Gewiss Stadium per riprendere ...

Eugenio Sorrentino |
14 Aprile 2024
Tocca all’Atalanta chiudere il programma del 32° turno di campionato, lunedì 15 aprile alle 20:45, avversario il pericolante Verona, 72 ore prima d...

Padova si conferma bestia nera della U23

Fabrizio Carcano |
13 Aprile 2024
Il Padova si conferma bestia nera per l’Atalanta under23 (in generale in difficoltà con tutte le squadre venete, Vicenza, Arzignano, Legnago e Virt...

La Dea di Liverpool incarna il calcio ben giocato

Federica Sorrentino |
12 Aprile 2024
La voglia di stupire, in casa Atalanta, non è mai mancata. Il mondo del pallone con i suoi osservatori previlegiati dovrebbe esserci abituato e inv...