Gian Piero Gasperini felice a Bergamo

Federica Sorrentino |

L’intervista rilasciata da Gian Piero Gasperini alla vigilia del raduno stagionale contiene la sua chiave di lettura nella parte finale e conferma una volta di più che la decisione di restare alla guida dell’Atalanta deriva dal rapporto instauratosi con la città di Bergamo e i bergamaschi. “Se sono ancora qui è per il forte legame con la città” – risponde Gasperini alla penultima domanda postagli da Luigi Garlando de La Gazzetta dello Sport. A sciogliere i residui dubbi, secondo quanto dichiarato dall’allenatore che era pronto a lasciare se la società avesse voluto, la forte richiesta percepita dalla gente in occasione dell’ultima partita con l’Empoli. “Questo affetto e questa fiducia mi hanno trattenuto. Il mio impegno sarà moltiplicato per ricambiare” – ha sottolineato Gasperini, il quale ha aggiunto di essere rimasto a Bergamo perché convinto “ci siano le condizioni per lavorare bene insieme e per costruire qualcosa che rafforzi ancora di più l’orgoglio di appartenenza.” Gasperini ha ribadito di non avere mai abbassato l’asticella, ma fatto capire anche come sia giusto ambire a ripetersi senza avere la convinzione di essere una big, perché si possa tornare a crescere e fare risultati importanti evitando di dirsi scontenti per un pareggio. Insomma, riaffermare lo spirito di Bergamo che fa dell’Atalanta una squadra capace di sorprendere giocando un calcio bello e divertente. Ci sarà da lavorare e tanto. Solo così, vecchi e nuovi giocatori saranno da Atalanta. Quanto a Gasperini, egli dimostra che c’è ancora un calcio che privilegia i legami agli interessi economici, che rende felici dove si è felici.

Settima stagione sulla panchina dell’Atalanta per Gian Piero Gasperini (credits: Pernice Editori)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Quando il FairPlay fa capolino nello spogliatoio

Federica Sorrentino |
13 Settembre 2023
Se vi chiedeste dove abita il FairPlay, la risposta non potrebbe che essere “ovunque”. Gian Piero Gasperini ama raccontare che la squadra più vince...

Duvan Zapata con il cuore a Bergamo

Federica Sorrentino |
4 Settembre 2023
“Ma Nino non aver paura di sbagliare un calcio di rigore, non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore, un giocatore lo vedi dal co...

Martina Caironi guarda a Parigi 2024 e non solo

Federica Sorrentino |
15 Agosto 2023
Martina Caironi ha affidato a un lungo post preferragostano le sue sensazioni e i pensieri seguiti all’esperienza dei campionati mondiali paralimpi...