Goggia destino avverso nuovo crac e stagione finita

Federico Errante |

La notizia arriva a metà mattina. Ed è di quelle che gelano il lunedì. Sofia Goggia si è infortunata in allenamento sulle piste di Temù: la diagnosi, confermata nel primo pomeriggio, è di quelle che fanno male perché stronca la sua annata sul più bello. Si tratta di frattura della tibia e del malleolo tibiale della gamba destra. Il tutto accade sulla pista Casola Nera, mentre l’azzurra era in allenamento per preparare il gigante di sabato a Soldeu (Andorra). Inforcata netta e botta che subito ha fatto pensare al peggio. Trasporto in elicottero a Milano alla clinica “La Madonnina”, luogo che già troppe volte l’ha vista in transito nel passato più o meno recente, con consulto con il dottor Andrea Panzeri e gravità immediatamente accertata tanto che i medici l’hanno subito messa sotto i ferri per la riduzione. L’intervento è stato effettuato dallo stesso Panzeri (Presidente della Commissione Medica FISI) in collaborazione con il dottor Riccardo Accetta, responsabile dell’UO di Traumatologia dell’IRCCS Ospedale Galeazzi-Sant’Ambrogio. La stagione della fuoriclasse bergamasca è finita, con essa la possibilità di difendere il pettorale rosso di discesa ed il suo dominio nella specialità tradotto in tre Coppe del Mondo negli ultimi tre anni oltre alla prima del 2018. Incredulità, fatalità e rabbia alla base di un percorso fatto di tanta solidità costruita minuziosamente con il lavoro proprio in gigante, disciplina in cui SuperSofi stava facendo evidenziare una crescita esponenziale confermata dal quinto posto (miglior risultato dal 2018) ottenuto martedì scorso a Plan de Corones. Fa impressione pensare alla maledizione che accompagna dall’alba della carriera una ragazza che a 31 anni ha già oltrepassato la doppia cifra in termini di incidenti. L’ultimo, eclatante,  il 23 gennaio 2022 a Cortina con la micro frattura al perone, distorsione al ginocchio sinistro e lesione del crociato. Quei famosi 23 giorni epici che l’avrebbero portata a vincere l’argento nella libera olimpica di Pechino. Ma quella è storia. Il presente racconta di un altro cammino destinato ad arricchirsi di gioia e che invece si è schiantato contro un destino avverso. Ancora una volta. Ma ancora una volta vincerà lei. E lo farà con il suo proverbiale ghigno. Quando scruterà questa ennesima disdetta dalla sua prospettiva preferita: il gradino più alto del podio. 

Sofia Goggia in allenamento ha riportato la frattura della tibia e del malleolo tibiale della gamba destra (Ph: Pentaphoto)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Goggia e Moioli inseguono l’oro mondiale che manca

Federico Errante |
12 Giugno 2024
Una stagione mondiale. Saranno 14 le discipline della galassia Fisi che nell’annata 2024/2025 metteranno in palio i rispettivi titoli iridati...

Paola Magoni “l’altra” Rosa Camuna

Federica Sorrentino |
30 Maggio 2024
Il paese natio di Selvino aveva riservato a Paola Magoni una festa fantasmagorica per celebrare il quarantennale dell’oro olimpico nello slalo...

Goggia e Moioli con il mondo dello sci alpino a...

Federico Errante |
24 Maggio 2024
Sofia Goggia, Lorenzo Gritti e Michela Moioli, tre bergamaschi al Quirinale tra i 31 atleti della Fisi ricevuti a Roma dal Presidente della Repubbl...