Goggia giù dal podio in superG ad Alternmarkt

Federico Errante |

Le stelle azzurre sbagliano, Lara Gut-Behrami no e la migliore italiana è un’outsider. Ad Altenmarkt-Zauchensee in un superG abbassato a causa del vento nella parte alta, i distacchi ridottissimi (le prime 10 in 63/100) marcano in maniera enorme gli sbagli. Ne fanno le spese sia Sofia Goggia, ottava a 48/100, che cestina un podio alla portata, sia soprattutto Federica Brignone che prende in extremis una porta in alto e poi “incassa” troppo nel tratto conclusivo chiudendo dodicesima a 65. Nel giorno della vittoria numero 40 della fuoriclasse elvetica (crono 1.14.95) però l’Italia può sorridere grazie al miglior risultato di sempre di Roberta Melesi. Con il pettorale numero 27, la lecchese di Ballabio va addirittura in luce verde nei primi due intermedi (27 e 24/100) poi si piazza sesta a 39/100 dalla vetta. A 25 e 26/100 dal vertice giunge la coppia austriaca Cornelia Huetter-Mirjam Puchner con la prima che mantiene il pettorale rosso di leader della specialità, ma che sognava di confermarsi profeta in patria come accaduto nella prova di venerdì. Per l’Italia a punti anche Laura Pirovano (19ma), Nicol Delago (28ma) e Marta Bassino (solo 29ma). Niente da fare per Teresa Runggaldier (32ma) e Vicky Bernardi (44ma). “L’errore all’ingresso del muro – ha ammesso Goggia ai microfoni di Raisport – mi ha tolto un potenziale podio che era alla portata. Purtroppo ho perso velocità e ho pagato a caro prezzo (ritardo salito da 8 a 49/100 ndr). Però prendo il buono anche da questa prestazione. Il bilancio del weekend è positivo, ottimo in discesa mentre piuttosto carente in superG da cui avrei potuto trarre molto di più”. L’azzurra, come detto, non sarà a Jasna sabato 20 gennaio per il gigante (domenica in agenda uno slalom) mentre il circus in rosa resta in Austria in quanto martedì si corre lo slalom in notturna a Flachau (prima manche alle 18 e seconda alle 20.45, diretta su Raisport ed Eurosport). Goggia sfrutterà il periodo per preparare l’attesissimo trittico di Cortina d’Ampezzo: discesa venerdì 26 e sabato 27con superG domenica 28. 

Nello slalom maschile di Wengen, invece, l’Italia passa dall’illusione al disastro. Alex Vinatzer e Tommaso Sala, quarto e quinto a metà, sbagliano totalmente la seconda manche e finiscono nelle retrovie rispettivamente 26mo e 14mo. Successo dell’austriaco Manuel Feller (1.50.28) che resta con il pettorale rosso grazie ad una magistrale interpretazione del dosso finale: una magia che gli consente di tenere alle spalle il duo norvegese McGrath-Kristoffersen davanti a lui nella prima per 10 e 21/100. Per gli azzurri nei 30 anche Tobias Kastlunger (24mo) e Stefano Gross (27mo). Da venerdì via al weekend di Kitzbuehel, in Austria, con due libere ed uno slalom. 

Sofia Goggia, ottava in superG dopo un errore all’ingresso del muro (Ph: Pentaphoto)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Michela Moioli è maestra di snowboard

Federico Errante |
17 Aprile 2024
Un altro traguardo raggiunto da Michela Moioli:la campionessa alzanese è diventata maestra di snowboard. A Ponte di Legno ha sostenuto e passato l&...

La Coppa Italia premia la stagione di Martina B...

Federico Errante |
12 Aprile 2024
Martina Bellini, un bilancio positivo è la migliore delle risposte. La fondista di Clusone ha vinto la Coppa Italia e manda in archivio una stagion...

Assoluti senza podio per Filippo della Vite

Federico Errante |
6 Aprile 2024
Filippo della Vite saluta con il quarto posto agli Assoluti. In Val Senales il ragazzo di Ponteranica termina la sua annata da “ciapa no” con la ri...