Hojlund c’è un ciclone in Danimarca

Fabrizio Carcano |


Ciclone Rasmus Hojlund! Al suo esordio da titolare con la nazionale danese, nella sua Copenaghen dove è nato ed è cresciuto calcisticamente il 20enne bomber atalantino ha vissuto una serata da sogno. Anzi, da incubo per la malcapitata Finlandia battuta 3-1 dalla Danimarca con tre gol dell’ ariete della Dea, diventato ormai un protagonista anche a livello internazionale in questo avvio di 2023. 

Sei gol tra campionato e coppa Italia con i colori nerazzurri, tre reti con la Danimarca nella serata da debuttante al Parken Stadium (aveva già esordito in nazionale a settembre in Nation League contro la Croazia). Serata iniziata male per i danesi già privi della bandiera Eriksen (per lui sarebbe stata la partita nello stesso stadio e contro lo stesso avversario del dramma agli Europei del 2021) e dopo 18 minuti del mediano Christensen (ex compagno di Hojlund nelle giovanili del Copenaghen e nelle nazionali giovanili) per un problema al ginocchio, fino al gol da rapace di Hojlund al 21’ dopo una giocata dalla destra di Braithwaite ed una deviazione di Bah. Otto minuti più tardi il pareggio finlandese con Antman. Partita che sembra avviata verso l’1-1 ma all’82’ a sbloccarla in mischia è ancora Hojlund, che centra poi la tripletta al 93’ con una rete quasi fotocopia di quella realizzata venerdì scorso contro l’Empoli. Esordio dal primo minuto da ricordare per il numero 17 atalantino. Per Joakim Maehle 65 minuti in campo prima di lasciare il posto a Stryger Larsen. Nella ripresa in campo anche l’ex nerazzurro Simon Kjaer. 

Dalle gioie del Gewiss Stadium all’esordio trionfale dal 1’ con la Danimarca (Ph: A. Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

L'Europa League all'Atalanta vittoria del merito

Eugenio Sorrentino |
22 Maggio 2024
La sollevano in tre la coppa. Djimsiti, in campo con la fascia di capitano, insieme ai due capitani di lungo corso Toloi e de Roon. Poi passata a G...

La Dea sull'Olimpo con l'Europa League

Eugenio Sorrentino |
22 Maggio 2024
Il cielo è nerazzurro atalantino sopra Dublino. L’Atalanta di Gasperini completa il capolavoro di una stagione che ha cambiato la storia della soci...

Botta e risposta nella pancia dello stadio di D...

Luciano Locatelli |
22 Maggio 2024
Nella sala stampa dello stadio di Dublino, Gian Piero Gasperini ha portato con se emozioni, soddisfazioni, consapevolezza di avere fatto qualcosa d...