Il candidato Percassi

Eugenio Sorrentino |

Le dimissioni di Paolo Dal Pino, che ha governato la Lega Serie A nel biennio più complicato per lo sport e per il calcio, dovuto alla pandemia, hanno aperto ufficialmente il conclave delle società per eleggere il successore. La decisione dovrà maturare nel termine di 45 giorni dalla data di convocazione della prima assemblea elettiva, fissata per lunedì 7 febbraio in un hotel di Milano. Per eleggere il massimo rappresentante della Lega Serie A serviranno i due terzi (14 su 20) nelle prime due votazioni e la maggioranza semplice (11) dalla terza in poi. Nel caso, malaugurato, non si arrivi a un accordo, scatterebbe il commissariamento della Figc. Ipotesi che nessuno vuole prendere in considerazione. Nessun momento, negli ultimi anni, è apparso facile per la gestione del calcio. Quello che stiamo attraversando non fa eccezione. Ma ad accendere la luce sul futuro c’è la volontà del Consiglio di Lega, in riunione sabato 5 febbraio, di affidare la vicepresidenza a Luca Percassi, amministratore delegato dell’Atalanta. Le indicazioni fanno convergere sul dirigente bergamasco una pluralità di consensi che riflette non solo il buon operato di questi anni, ma anche la credibilità e l’affidabilità nei confronti di Luca Percassi. Il quale non è solo il figlio del presidente Antonio, colui che ha avviato intorno all’Atalanta un progetto di crescita e trasformazione tecnica e societaria di grande impatto sul mondo del calcio, ma una figura dirigenziale che ha imparato a muoversi e ad agire con grande capacità, oculatezza, compostezza e correttezza. Occorre una visione nuova sulla strada della condivisione di intenti e interessi. Luca Percassi non è solo futuro, è già presente.

Luca Percassi, amministratore delegato Atalanta, con il presidente Antonio Percassi (ph: Alberto Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Juve sentenza severissima

Eugenio Sorrentino |
21 Gennaio 2023
La mannaia si è abbattuta sulla Juventus nella serata del 20 gennaio, quando la Corte federale d’Appello della Figc ha sentenziato la condanna  per...

Addio a Vialli campione esemplare

Eugenio Sorrentino |
6 Gennaio 2023
Il calcio pulito e sognante perde i suoi grandi interpreti e testimoni. Pulito perché iniziato nei campi di provincia, dove ci si allenava nel fang...

Pelé l’uomo che ha fatto amare il calcio

Eugenio Sorrentino |
29 Dicembre 2022
Il fermo immagine dell’azione in cui Pelé sovrasta di testa Tarcisio Burgnich, segnando il gol d’apertura della finale di campionato del mondo 1970...