Il Mondo mai finito

Eugenio Sorrentino |

La mancanza di Emiliano Mondonico, della sua filosofia di vita che ha sposato il calcio facendolo diventare racconto epico anche quando giocato nelle serie inferiori, non si avverte solo nell’anniversario del giorno in cui è andato avanti. Lui che amava la vita e ne trasmetteva il senso tramutando la sfera di cuoio in un universo di aneddoti e di esperienza vissuta calpestando l’erba del campo e poi, in modo ancora più sublime, insegnando a interpretarlo nel modo più giusto e completo. Mondo che lasciava la scena ai suoi giocatori, ma non poteva sottrarsi all’abbraccio del suo pubblico che non ha smesso di amarlo e ne perpetua pensiero e opere. Non ha fatto in tempo, Emiliano, a confrontarsi con il Var. Chissà cosa e quante ne avrebbe dette. Per un mondo che cambia, c’è il Mondo che amiamo, rimasto fedele a sé stesso. Fino all’ultimo.

Emiliano Mondonico che saluta il pubblico (credits: Associazione Emiliano Mondonico)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Grande Torino la leggenda degli Invincibili

Eugenio Sorrentino |
4 Maggio 2024
Dal 1949 il 4 maggio per la città di Torino non è mai più stato un giorno come gli altri. La squadra di calcio granata capitanata da Valentino Mazz...

Benvenuti a Bergamo la città dell’Atalanta

Eugenio Sorrentino |
19 Aprile 2024
Sono trascorsi 36 anni dalla serata di Atalanta-Malines, datata 20 aprile 1988, che ebbi l’onore di vivere e commentare immaginando che un giorno q...

Il mito di Pantani a vent’anni dalla scomparsa

Eugenio Sorrentino |
14 Febbraio 2024
Il 14 febbraio del 2004, nel giorno di San Valentino, Marco Pantani cessava di vivere in un residence sul lungomare di Rimini. Una fine tragica, ch...