Il tesoretto dei giocatori in prestito in A

Fabrizio Carcano |

L’Atalanta ha un gruppo di giocatori in prestito in serie A che, messi insieme, formerebbero una squadra in grado di salvarsi. Un manipolo di buoni giocatori che difficilmente torneranno a vestire il nerazzurro, anche se potrebbero comunque partecipare al ritiro estivo, e per i quali la dirigenza nerazzurra dovrà valutare il da farsi. Calciatori che, peraltro, tutti insieme varrebbero anche un piccolo tesoretto. Del gruppo di giocatori in prestito fa parte ancora Pierluigi Gollini, da tre anni lontano da Bergamo, transitato da esperienze da dimenticare al Tottenham Hotspur e alla Fiorentina, poi dal gennaio 2023 al Napoli, dove le cose sono andate meglio, con cui ha vinto lo scudetto giocando qualche partita decisiva (anche contro la stessa Atalanta) e trovando lo scorso campionato un suo spazio per via dei problemi fisici del titolare Meret. Il Napoli avrebbe un diritto di riscatto a 8 milioni, ma Conte non ha mai impiegato il Gollo ai tempi degli Spurs, per cui sembra difficile ipotizzare un suo riscatto. Difficile anche pensare che possa rimanere a Bergamo, ma nulla va escluso, soprattutto nel caso in cui Musso dovesse partire. Diverso il caso di Roberto Piccoli, reduce da un’ottima stagione a Lecce dopo una serie di prestiti poco felici al Genoa, al Verona e all’Empoli. I salentini vorrebbero tenerlo, ma il riscatto fissato a 12 milioni sembra inarrivabile per i pugliesi. All’Atalanta peraltro servirebbe un centravanti per la panchina, una riserva per Scamacca: che ci sia una nuova occasione per il 23enne bomber di Sorisole? L’attaccante esterno Niccolò Cambiaghi, 24 anni, ha chiuso un biennio positivo a Empoli e potrebbe  fare un salto in alto: piace al Napoli, lo cercano Lazio e Torino. Difficile possa avere spazio con Gasperini che peraltro lo ha testato in ritiro sia nel 2022 che nel 2023. Più probabile il ritorno alla base per Nadir Zortea, che nelle ultime stagioni ha disputato il girone d’andata in nerazzurro, giocando anche buone partite, per poi essere prestato prima al Sassuolo, poi al Frosinone: potrebbe restare per fare il vice di Ruggeri a sinistra, garantendo a 25 anni affidabilità ed esperienza. Torneranno poi dai rispettivi prestiti al Frosinone e al Genoa i due difensori centrali Caleb Okoli e Giorgio Cittadini. Cittadini, 22enne bresciano, ha giocato pochissimo, prima con il Monza e poi da gennaio con i Grifoni, e dovrebbe nuovamente andare in prestito per provare a giocare con continuità. Il 23enne vicentino Okoli ha invece collezionato 34 presenze a Frosinone e potrebbe tornare utile a Gasperini per la panchina, come vice Hien, ma è anche un giocatore che piace a molti club e potrebbe essere ceduto ad una buona cifra. Andranno poi collocati il centrocampista ucraino Viktor Kolavenko, anche lui di rientro da Empoli, e il 22enne esterno francese Brandon Soppy che ha giocato pochissimo al Torino e poi, da gennaio, è sceso nella seconda serie tedesca, nello Schalke 04.

L’esterno Nadir Zortea si è trasferito in prestito al Frosinone nel gennaio scorso (credits: atalanta.it)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Musso e il nodo secondo portiere

Fabrizio Carcano |
15 Giugno 2024
Tra i nodi da sciogliere in questo mese di giugno per la dirigenza nerazzurra e lo staff tecnico ci sarà la questione del secondo portiere. Scontat...

Riscatto CDK è andata come doveva andare

Fabio Gennari |
13 Giugno 2024
È andata come doveva andare. Come è giusto, logico e importante che andasse. Il primo “acquisto” dell’Atalanta 2024/25 è un ragaz...

Ederson felice all'Atalanta si gode la Selecao

Eugenio Sorrentino |
12 Giugno 2024
Il brasiliano Ederson si sente un giocatore dell’Atalanta e in questo momento pensa al Brasile che lo ha convocato nell’organico verdeoro per la Co...