In Moto per l’Ambiente

Redazione |

“In Moto per l’Ambiente” tra educazione, senso civico, responsabilità, volontà di formazione e un’enorme passione. Il convegno che si è trasformato in un succulento antipasto della “Valli Bergamasche Revival” è divenuto un fronte comune. Interventi densi di contenuti con le personalità trasversalmente unite per preservare il mondo delle “due ruote tassellate” troppo spesso nell’occhio del ciclone. La regolarità è un pezzo di storia dello sport bergamasco di cui la Scuderia Norelli è un fiore all’occhiello in senso assoluto. “Il mio cuore ha le vene gialle e le arterie nere, i nostri colori sociali – ha esordito un emozionato presidente Massimo Sironi – Sarò un sognatore, ma vedo un futuro. Per il prossimo anno vorrei organizzare, con gli amici del Moto Club Leonessa di Brescia in occasione degli eventi legati alla capitale della cultura, una due giorni dedicata al turismo stradale”. Da sempre precursori del “domani”, gli uomini Norelli, hanno ricevuto l’applauso, in primis, del presidente della FMI Giovanni Copioli: “Questa manifestazione – ha sottolineato – ricalca tante anime diverse. Togliere agli atleti la possibilità di allenarsi, sarebbe stato come levare l’acqua dalla piscina a Federica Pellegrini”. Una metafora rafforzata concretamente dal parlamentare Daniele Belotti: “Bisognerebbe realizzare un percorso fisso – ha evidenziato un concetto rafforzato anche dal presidente della Comunità montana Valle Seriana Giampiero Calegari – che consenta alla Bergamasca di ospitare i grandi eventi oltre che garantire un presente ed una prospettiva ai tanti campioni della nostra terra”.  Il comandante del Gruppo Carabinieri Forestale di Bergamo Giorgio Deligios ha esortato al dialogo poiché “è sempre l’asse portante” mentre Paolo Magri, numero di Ancma, Associazione nazionale ciclo motociclo accessori, è entrato in tackle: “Bisogna smettere di demonizzare i motociclisti. La vera mobilità sostenibile è sulle due ruote. Urge tanto fare formazione per isolare le pecore nere, quanto fare rete”. Ad impreziosire il tavolo – magistralmente coordinato dall’avvocato Ettore Tacchini – l’assessore regionale al Turismo Lara Magoni, l’assessore allo Sport del Comune di Bergamo Loredana Poli, Ivan Bidorini, presidente del comitato regionale FIM ed Oscar Fusini, direttore di Ascom Bergamo. Mentre la Fara stracolma di “due ruote” faceva da ideale cornice ad un caldissimo sabato pomeriggio. Come si conviene ad ogni passione che incendia i cuori. In tutti i sensi. 

credits photo: valli bergamasche revival

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Rally Prealpi Orobiche anteprima al Panathlon

Redazione |
8 Aprile 2024
Anteprima di presentazione della 38esima edizione del “Rally Prealpi Orobiche” al Panathlon Club “Mario Mangiarotti” Bergamo, dove i vertici e la c...

F1 a Suzuka torna a dettare legge la Red Bull

Michele Ferruggia |
7 Aprile 2024
A Suzuka torna a dominare la Red Bull con Max Verstappen che conquista la terza vittoria stagionale, consolidando la leadership nel Mondiale, e Per...

Martin leader in MotoGP, Bastianini l’italiano ...

Michele Ferruggia |
24 Marzo 2024
A Portimao il nuovo capitolo della MotoGP non è andato nella direzione che Peccò Bagnaia si aspettava. Gara definibile molto accorta, tattica,  con...