La Dea sconfitta su rigore a Newcastle 

Fabrizio Carcano |

Per la seconda estate consecutiva l’Inghilterra non sorride alla Dea, nel calcio estivo, quello in cui non ci sono in ballo i tre punti. Un anno fa la sconfitta per 2-0 a Londra contro il West Ham, a due settimane esatte dal debutto in campionato a Torino. Stavolta, a 15 giorni dal debutto a Genova, sul campo della Sampdoria, una sconfitta di misura, per 1-0 sul campo del Newcastle, per un rigore a fine primo tempo trasformato da Wood dopo un dubbio contatto tra De Roon e Anderson.

Sconfitta indolore, dopo una partita equilibrata ma con bilancia oscillante più verso il piatto dei Magpies, che avrebbero potuto raddoppiare nella ripresa con Anderson e Target, murati dai guantoni prima di Sportiello e poi di Musso. Inglesi che avevano dalla loro una migliore condizione atletica, ad una sola settimana dal debutto casalingo in Premier League contro il Nottingham Forest, e la spinta del caldo pubblico del St James Park.

Atalanta che ha approfittato della trasferta britannica per fare delle prove generali in vista dell’esordio del 13 agosto a Marassi contro la Sampdoria.

Senza Demiral, fermo a riposo precauzionale, senza Zappacosta e Palomino, Gasperini non ha fatto esperimenti schierando nel primo tempo una possibile formazione base con davanti i due colombiani Muriel e Zapata, supportati alle loro spalle dalla fisicità del neo acquisto Ederson con la coppia mediana tutta olandese De Roon-Koopmeiners, con quest’ultimo preferito a Freuler che sarà squalificato alla prima di campionato a Genova. Corsie esterne affidate a Zortea e Maehle. Dietro difesa a tre con i giovani Scalvini e Okoli e il capitano Toloi, a proteggere la porta di Sportiello. Forse la possibile formazione che si vedrà il 13 agosto a Marassi al netto del rientro di Demiral e di Djimsiti in difesa. Girandola di cambi solo nell’ultima mezz’ora con una prima indicazione per il centrocampo dove Pasalic sembra partire dalle retrovie. Poche le indicazioni tecniche vere, se non Okoli alternativa unica a Demiral, e Zortea che potrebbe avere una vera occasione sfruttando la sua duttilità, anche se Hateboer resta davanti nelle gerarchie.

Davanti si conferma il tridente visto anche nelle amichevoli, con la fisicità di Ederson alle spalle di Muriel-Zapata, coppia offensiva ideale, per poi sfruttare a gara in corso Boga e Malinovskyi.

Chiaro, questa è l’Atalanta attuale. Con Lookman e Pinamonti dati per vicinissimi cambierebbe qualcosa davanti, forse aprendo la strada alla cessione di Muriel: schierarlo titolare è sembrato quasi un messaggio chiaro, giù le mani da Lucho. Ma il mercato non ha ancora scollinato la sua prima metà, mancano troppi giorni per poter dire chi arriva, chi resta e chi parte. Intanto si è vista una buona manovra, contro un avversario forte e con gambe più leggere, si è visto uno Zapata in forma e un Muriel reattivo. Dietro qualche sbavatura ma senza Demiral e con Djimsiti in panchina non si poteva pretendere troppo dal giovane Okoli e dal baby Scalvini. Sabato 6 agosto a Valencia altro test internazionale di prestigio, ad una settimana dal campionato: anche alla Mestalla non conteranno i tre punti per il trofeo Naranja, ma a sette giorni dalla Sampdoria eventuali errori peseranno di più.

Newcastle-Atalanta 1-0

Newcastle: Nick Pope; Kieran Trippier, Fabian Schär, Dan Burn, Matt Targett; Elliot Anderson, Sean Longstaff; Jacob Murphy, Miguel Almirón, Ryan Fraser; Chris Wood. A disposizione: Mark Gillespie, Alex Murphy, Matty Bondswell, Matty Longstaff, Lewis Miley, Lucas De Bolle, Jay Turner-Cooke, Santiago Muñoz, Dylan Stephenson.

Atalanta: Marco Sportiello; Rafael Toloi (C), Giorgio Scalvini, Caleb Okoli, Nadir Zortea, Marten de Roon, Teun Koopmeiners, Joaquim Maehle, Ederson, Luis Muriel, Duvan Zapata. A disposizione: Musso, Rossi, Boga, Freuler, Lammers, Malinovskyi, Djimsiti, Ruggeri, Hateboer, Bernasconi, Pašalić.

Arbitro: Peter Bankes (Smart, Greenhalgh, Harrington).

Marcatore: pt 39’ Word (rig)

Sostituzioni: 

19′ st – Entrano Hateboer, Pasalic, Freuler, Musso e Djimsiti. Fuori Toloi, Koopmeiners, Sportiello, Ederson e Zortea.

32′ st – Entrano Ruggeri, Boga, Malinovskyi, Lammers. Fuori Muriel, Zapata, Maehle e Scalvini.

Okoli e Scalvini in campo al St James Park (credits: atalanta.it)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

La Dea in Champions prima di volare a Dublino

Eugenio Sorrentino |
18 Maggio 2024
L’Atalanta incassa i tre punti auspicati allo stadio di Via del Mare e si assicura la qualificazione alla prossima Champions League. Per la vittori...

La quarta volta in Champions una carica in più

Fabrizio Carcano |
18 Maggio 2024
L’Atalanta rimanda la festa per la Champions alla prossima settimana. Prima ovviamente c’è la finale di Europa League diventata il vero obiettivo d...

U23 non basta il gol vittoria a Catania

Fabrizio Carcano |
18 Maggio 2024
Non è bastata una grande partita, ed una vittoria per 1-0 a Catania, all’Atalanta under23 per evitare l’eliminazione nel primo turno dei playoff na...