La Dea torna a viaggiare in Europa

Fabrizio Carcano |

L’Atalanta torna a viaggiare in Europa, otto mesi dopo le ultime due trasferte internazionali. Nello scorso mese di dicembre, durante la lunga sosta per i Mondiali, la Dea era stata impegnata in due test internazionali sui campi del Nizza e del Betis Siviglia. Sono state le ultime due uscite internazionali della squadra di Gian Piero Gasperini, in un anno senza le coppe europee. Sabato 29 luglio al Vitality Stadium, campo degli inglesi del Bournemouth, i nerazzurri tornano a respirare l’aria continentale.

Prima di due sfide europee: il sabato successivo Toloi e compagni saranno a Berlino ospiti dell’Union, quarta nella scorsa Bundesliga, formazione che giocherà per la prima volta la Champions League. Due avversari competitivi, per alzare il livello agonistico della preparazione estiva. Ma non solo: come da tradizione ogni estate l’Atalanta vola in Inghilterra per affrontare una formazione britannica, davanti ad un pubblico importante, anche se si tratta di calcio d’agosto, per iniziare a prendere confidenza con il calcio internazionale, arbitri inclusi. Poi di solito nell’estate nerazzurra c’era sempre una trasferta in Spagna contro il Getafe o il Valencia (il 6 agosto 2022 fini’ 2-1 per i Pipistrelli valenciani), mentre quest’anno sarà in Germania.

Gasperini come sempre vuol testare i suoi sia per l’avvicinarsi del campionato sia in ottica Europa League, anche se il gruppo nerazzurro è composto interamente da giocatori che hanno alle spalle decine di gare di coppe europee (a parte il solo Hojlund)  tra Champions ed Europa League: gli stessi Bakker e Kolasinac ne hanno giocate molte in carriera.

I due test ospiti del Bournemouth e dell’Union Berlino serviranno per misurarsi contro avversari impegnativi, provando alcuni giocatori ancora in stand by, come lo stesso Luis Muriel, o per metterne in mostra altri in cerca di collocazione (come Latte Lath e Zortea) o in possibile uscita come Maehle cercato dal Marsiglia.

Sono amichevoli in cui il risultato conta fino ad un certo punto, peraltro quasi sempre perse dalla Dea di inizio agosto (si ricorda un rovinoso 4-1 in casa del Getafe nel 2019, la sconfitta due anni fa contro il West Ham…) ma utili per aumentare i giri nel motore e perfezionare passaggi tattici in vista di avversari meno quotati tecnicamente come quelli del campionato italiano, come i vari Sassuolo o Frosinone. La Dea torna a viaggiare in Europa, seguita dai suoi tifosi, e siamo solo all’inizio…

Lo stadio del Bournemouth, dove l’Atalanta giocherà il 29 luglio (credits: AFC Bournemouth)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Atalanta U16 campione d’Italia per la prima volta

Federica Sorrentino |
22 Giugno 2024
L’Atalanta Under 16 ha conquistato il titolo italiano battendo il rimonta il Milan 3-2  stadio Riviera delle Palme di San Benedetto del Tronto. E’ ...

Kolasinac il gladiatore è l’uomo in più di Gasp...

Fabrizio Carcano |
22 Giugno 2024
Il riposo del guerriero. Meritato. Rigenerante. Terapeutico. Sead Kolasinac, 31 anni compiuti giovedì 20 giugno, sta guardando gli Europei da spett...

Esordio europeo nel Friendly Match con l'AZ Alk...

Federica Sorrentino |
20 Giugno 2024
L’Atalanta ha scelto un esordio europeo con i fiocchi prima di giocare il match valido per la Supercoppa continentale con il Real Madrid alla vigil...