La quarta volta in Champions una carica in più

Fabrizio Carcano |

L’Atalanta rimanda la festa per la Champions alla prossima settimana. Prima ovviamente c’è la finale di Europa League diventata il vero obiettivo dei nerazzurri dalla serata trionfale di Anfield Road. Un traguardo tanto importante la finale di Dublino da far quasi passare in secondo piano questa storica quarta qualificazione in Champions, che invece rappresenta qualcosa di eccezionale per la società nerazzurra.

Gian Piero Gasperini, però, dopo il successo a Lecce ha giustamente rivendicato il peso specifico di questo obiettivo raggiunto: “Dopo due anni tornare in Champions per la quarta volta con l’Atalanta è veramente straordinario. Sono felice per tutta Bergamo, per la società e per i giocatori. Sono stati tutti artefici straordinariArrivare alla finale con la certezza di fare la Champions è importante: la vittoria di oggi ci mette nelle condizioni migliori per andare a giocare la finale e deve essere un propellente. Già la finale è un grandissimo traguardo e poi giochiamo contro una squadra che non ha mai perso.”

Da Lecce la Dea torna con i tre punti decisivi per la Champions e senza aver spremuto i titolari: un duplice obiettivo raggiunto. “Abbiamo fatto un percorso durissimo come numero di partite, 53 in totale, ne abbiamo vinte 30. Le ultime cinque vittorie di fila ci hanno dato una grande spinta, ma nella finale con la Juve abbiamo giocato un po’ affaticati, ci è mancata un po’ di velocità, di adrenalina. Quella di oggi era una gara particolare, ma da qui a mercoledì abbiamo bisogno della miglior Atalanta in assoluto, dal punto di vista dinamico e tecnico. Oggi alcune scelte sono state in funzione della gara di mercoledì, venivamo da 3 partite di assoluto livello in 7 giorni. Abbiamo vinto bene e non abbiamo avuto infortuni, ci presentiamo con la condizione migliore possibile”.

Ora testa solo a Dublino. “Abbiamo poco tempo per prepararla e mi dispiace tantissimo l’assenza di de Roon, non solo per l’importanza del giocatore ma per lui stesso, verrà in panchina con me sicuramente. Questa finale è il coronamento più prestigioso, anche se in termini economici la Champions è una grande conquista. Lo viviamo con la tensione giusta e mi auguro di ripetere le migliori partite dell’Atalanta: speriamo di fare una impresa per tutta l’Italia”.

Gian Piero Gasperini durante l’intervista rilasciata al sito web dell’Atalanta (screenshot – credits: atalanta.it)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Musso e il nodo secondo portiere

Fabrizio Carcano |
15 Giugno 2024
Tra i nodi da sciogliere in questo mese di giugno per la dirigenza nerazzurra e lo staff tecnico ci sarà la questione del secondo portiere. Scontat...

Riscatto CDK è andata come doveva andare

Fabio Gennari |
13 Giugno 2024
È andata come doveva andare. Come è giusto, logico e importante che andasse. Il primo “acquisto” dell’Atalanta 2024/25 è un ragaz...

Ederson felice all'Atalanta si gode la Selecao

Eugenio Sorrentino |
12 Giugno 2024
Il brasiliano Ederson si sente un giocatore dell’Atalanta e in questo momento pensa al Brasile che lo ha convocato nell’organico verdeoro per la Co...