L’abbondanza di esterni arma strategica di Gasperini

Fabio Gennari |

Sugli esterni, Gian Piero Gasperini, ha 6 soluzioni per 2 posti. E scorrendo le convocazioni con le varie Nazionali di questi ultimi giorni si nota subito come sia il reparto che ha avuto meno convocazioni e meno minuti, in termini percentuali ma anche assoluti, rispetto agli altri. Quindi il lavoro a Zingonia è stato prioritario e si è potuto preparare al meglio il prossimo filotto di impegni. 
La batteria è questa: Zappacosta, Holm, Hateboer e Zortea a destra, Ruggeri e Bakker a sinistra. Con l’esterno di Sora che si è adattato e si può senza problemi adattare anche sulla corsia mancina. I titolari di queste prime 10 partite ufficiali sono quasi sempre stati Zappacosta e Ruggeri (unica eccezione la trasferta di Verona dove hanno giocato un tempo ciascuno Holm e Hateboer) con diversi ragazzi già protagonisti: il mancino di Zogno ha segnato e sfornato assist, il numero 77 di Sora si è visto al servizio dei compagni ma c’è anche Holm che è entrato nel gol di Verona e Zortea che ha chiuso la partita di Reggio Emilia con il Sassuolo alla prima giornata. 
La scelta, da qui alla sosta di novembre, potrebbe anche essere strategica e la distribuzione dei minuti più omogenea. Oppure no. Lo stesso Gasperini nella recente intervista alla Gazzetta ha raccontato come i nuovi devono crescere (quindi anche Holm e Bakker) e i veterani possono tornare molto utili (leggasi Hateboer, peraltro citato). Contro formazioni che giocano a 4 dietro come il Genoa o lo Sturm Graz magari non c’è la possibilità di andare uno contro uno sulle corsie come accaduto a Lisbona (per esempio), si liberano spazi ma serve anche grande intelligenza tattica per dare una mano in fase difensiva. 
Ruggeri e Zappacosta sono i titolari e per il mancino di Zogno si tratta anche di una sorpresa ma Holm e Bakker scalpitano e c’è sempre da ricordare che Hateboer è una certezza per Gasperini e che Zortea comunque si è già fatto trovare pronto. Abbondanza? I numeri dicono questo ma le partite sono tante e per volare c’è bisogno delle ali. Tante ali, anche tutte diverse tra loro. 

Hans Hateboer, veterano tra gli esterni di centrocampo a disposizione di Gasperini (Ph: A. Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Semifinale di Europa League a un passo

Eugenio Sorrentino |
17 Aprile 2024
“L’Atalanta gioca in tre competizioni e ci auguriamo che continui ad essere impegnata su tre fronti il mese di maggio”. Non è stato l’incipit di Gi...

La Dea domina e spreca rimontata dal Verona

Eugenio Sorrentino |
15 Aprile 2024
Un punto invece di tre. L’Atalanta spreca quanto di buono fatto nella prima parte di gara, con una prestazione degna di quanto visto a Liverpool in...

Gasperini non cerca alibi ma sprona ad andare a...

Fabrizio Carcano |
15 Aprile 2024
Giocando tante partite ravvicinate qualcosa si lascia per strada, qualche punto si perde per strada. Gian Piero Gasperini non gira intorno ai disco...