L’Atalanta regala la rimonta alla Fiorentina

Eugenio Sorrentino |

L’Atalanta sembrava avere indovinato approccio e iniziato a interpretare nel modo giusto la partita di Firenze, ma ha vanificato le premesse permettendo alla squadra viola di prendere campo e finendo per pagare errori in fase difensiva. Un’ulteriore dimostrazione che, quando abbassa il baricentro, la squadra di Gasperini perde la sua identità. L’Atalanta ha iniziato bene ma ha perso progressivamente incisività ed è calata fisicamente, mentre la Fiorentina si è imposta con qualità e vigore agonistico.

La scelta tattica di Gasperini, che ha rinunciato a Scamacca per disegnare un reparto offensivo più mobile e senza punti di riferimento, ha permesso all’Atalanta di prevalere per tutta la prima mezz’ora e di trovare il gol del vantaggio grazie a un inserimento centrale di Koopmeiners. La Fiorentina, tenuta lontana dall’area bergamasca, è tornata ad esprimere le sue geometrie e ritrovare la profondità, riuscendo a pareggiare alla prima occasione con una bella giocata di Bonaventura, continuando a insistere fino a ribaltare il risultato prima dell’intervallo sugli sviluppi di una palla inattiva. Riequilibrato il risultato per merito di Lookman a inizio ripresa, l’Atalanta è capitolata per una disattenzione difensiva che ha permesso a Koaumè di sorprendere l’incolpevole Carnesecchi. Un regalo seguito dall’incapacità di riproporsi in avanti, nonostante l’ingresso di Scamacca, evidentemente non al meglio della condizione, e Pasalic, che ha giocato più in copertura e poco propositivo. La sconfitta di Firenze è maturata nel modo più amaro, perché un’Atalanta attenta e concentrata non avrebbe concesso tante opportunità alla Fiorentina.

LA CRONACA

Gasperini piazza Carnesecchi tra i pali, lasciando a riposo Musso in vista della gara di esordio in Europa League, rimette in campo Toloi all’esordio stagionale dopo l’infortunio muscolare e punta su Lookman in attacco insieme a De Ketelaere, tenendo in panchina Scamacca. Chiara l’intenzione dell’allenatore atalantino di non dare punti di riferimento in fase offensiva. Italiano cambia la coppia difensiva sinistra, schierando Martinez Quarta e Parisi, e affianca Brekalo a Gonzalez e Bonaventura sulla trequarti alle spalle di Nzola. In porta c’è Terracciano, alla prima da titolare.

Grande pressione iniziale delle due squadre, che l’Atalanta prova a spezzare dopo 6’ con un break di Ederson e un assist per Lookman, anticipato da Milenkovic, e un’azione manovrata conclusa da Koopmeiners con un tiro a lato. L’Atalanta guadagna spazio e verticalizza, arrivando a minacciare la porta di Terracciano con Zappacosta che all’11’ raccoglie un cross di Koopmeiners costringendo il portiere a deviare oltre la traversa. Dopo il primo quarto d’ora la Fiorentina prova a venire fuori, ma l’Atalanta con un efficace gioco di interdizione blocca l’iniziativa e risale, pervendendo al vantaggio al 20’ con una palla offerta da De Roon a Koopmeiners che dalla linea dei 16 metri infila l’angolo alla sinistra di Terracciano, pure con una leggera deviazione di Parisi. Alla mezz’ora primo spunto della Fiorentina, con cross di Parisi in area per Nzola, anticipato ottimamente da Ederson in ripiegamento. Il primo cartellino giallo tocca a De Roon, punito per le proteste dopo un fallo su Gonzalez. Il pareggio viola arriva al 35’ con Bonaventura che raccoglie la sponda di testa di Nico Gonzalez, controlla il pallone e di destro insacca. Il pareggio accende la Fiorentina che schiaccia nella metà campo dell’Atalanta, che non riesce più a uscire. Al 39’ Carnesecchi interviene prima su Martinez Quarta e poi su rasoterra di Mandragora. Allo scadere del primo tempo la squadra viola ribalta il risultato con un colpo di testa di Martinez Quarta che inzucca tra De Roon e Scalvini su cross tagliato di Duncan e manda nell’angolo dove Carnesecchi non può intervenire.

A inizio ripresa Lookman in due occasioni ha puntato l’area avversaria, ma non è riuscito a liberare il suo destro. Ben più pericoloso al 6’ Nico Gonzalez con un tiro a giro a fil di palo. Due minuti dopo Lookman firma il 2-2 dopo avere triangolato con De Roon sorprendendo sul palo destro Terracciano, che tocca ma non trattiene. AL 14’ triplo cambio operato da Gasperini, che sostituisce De Ketelaere e Lookman con Scamacca e Pasalic e Zappacosta con Zortea. Passa un minuto e, su lancio di Dodò, Nico Gonzalez si presenta solo davanti a Carnesecchi colpendo l’esterno della rete. Italiano risponde dalla panchina con Arthur e Kouamè che avvicenda Gonzalez e Mandragora. La partita riprende ritmo, ma è la Fiorentina a mettere più energie in campo con l’Atalanta che abbassa visibilmente il proprio baricentro. Pasalic si distingue per un salvataggio decisivo sotto porta. Al 28’ decisivo Carnesecchi che si oppone alla grande a un tiro angolato di Brekalo. Prima della mezz’ora ancora giro di sostituzioni. Tra i viola spazio a Biraghi e Beltran per Parisi e Nzola, mentre Adopo rileva Koopomeiners. Subiti dopo, l’inseguità collettiva della difesa bergamasca, con pallone rimpallato dalla gamba di Adopo che Ederson lascia sfilare permettendo a Kouamè di anticipare Kolasinac e mettere alle spalle di Carnesecchi. Al 35’ Gasperini gioca la carta Miranchuk, che subentra a Ruggeri. La mossa non sortisce l’effetto sperato e le speranze di riacciuffare il risultato si spengono dopo 8 minuti di recupero.

FIORENTINA-ATALANTA 3-2

Fiorentina (4-2-3-1): Terracciano 5.5 Dodò 6 Milenkovic 6 Martinez Quarta 6.5 Parisi 6.5 (30’ st Biraghi 6) Duncan 6.5 (44’ st Barak sv) Mandragora 6.5 (19’ st Arthur 6) Gonzalez 6.5 (19’ st Kouamè 6.5) Bonaventura 7 Brekalo 6.5 Nzola 5.5 (30’ st Beltran 6). A disposizione: Christensen, Martinelli, Ranieri, Kayode, Infantino, Amatucci, Comuzzo, Sottil, Koronin. Allenatore: Italiano

Atalanta (3-4-1-2): Carnesecchi 6 Toloi 5.5 Scalvini 6 Kolasinac 5.5 Zappacosta 6 (14’ st Zortea 5) De Roon 6.5 Ederson 5 Ruggeri 6 (35’ st Miranchuk sv) Koopmeiners 6.5 (30’ st Adopo 5) De Ketelaere 6 (14’ st Scamacca 5) Lookman 7 (14’ st Pasalic 5.5). A disposizione: Musso, Rossi, Djimsiti, Hateboer, Bakker, Muriel. Allenatore: Gasperini

Arbitro: Pairetto 6. Assistenti: Imperiale e Di Gioia. IV Uomo: Di Bello. Var: Mariani. Avar: Meraviglia

Marcatori: pt 20’ Koopmeiners 35’ Bonaventura 45’ Duncan; st 8’ Lookman 30’ Kouamè

Ammoniti: De Roon, Zortea, Parisi

Recupero: 4, 8

L’abbraccio tra Zappacosta, alla 100a presenza con l’Atalanta, e Koopmeiners dopo il gol del vantaggio iniziale segnato dall’olandese (Ph: Alberto Mariani)

Photogallery Fiorentina-Atalanta 3-2 (Ph: A. Mariani)

Commento post partita Fiorentina-Atalanta 3-2 a cura di Federica Sorrentino

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Il rientro dell'Atalanta da Dublino tra due ali...

Redazione |
23 Maggio 2024
All’aeroporto di Bergamo, al rientro dell’Atalanta da Dublino, il primo atto della festa, che si preannuncia lunga e partecipata. Nelle prime del p...

La girandola di emozioni dei calciatori dell'At...

Federica Sorrentino |
22 Maggio 2024
Il 22 maggio resterà una data scolpita nell’agenda della vita di ognuno dei calciatori che Gasperini ha forgiato, costruendo una squadra da sogno. ...

L'Europa League all'Atalanta vittoria del merito

Eugenio Sorrentino |
22 Maggio 2024
La sollevano in tre la coppa. Djimsiti, in campo con la fascia di capitano, insieme ai due capitani di lungo corso Toloi e de Roon. Poi passata a G...