Lookman gol in nazionale per ritrovare brillantezza

Fabio Gennari |

Ripartenza, palla scaricata dal centro verso sinistra, controllo e testa alta prima di convergere verso il centro, saltare due avversari e scaricare un destro sul primo palo che vale il 2-0. In questi fotogrammi, Ademola Lookman, ha scritto domenica 10 settembre il suo ritorno al gol. Lo ha fatto con la maglia della Nigeria, la gara di qualificazione alla prossima Coppa d’Africa contro Sao Tome e Principe non era proprio un banco di prova impossibile da affrontare (186esimo posto del ranking FIFA), ma quando le cose non vanno proprio tutte per il verso giusto anche il più semplice dei segnali può essere qualcosa di molto importante. 
Nelle prime 3 gare di campionato con la Dea, Lookman non ha brillato. A Reggio Emilia con il Sassuolo e a Frosinone Gasperini lo ha mandato in campo dall’inizio senza grandi risultati mentre al cospetto del Monza, con Scamacca e De Keteleaere titolari, è stato il nigeriano a subentrare. Qualche segnale si è visto, con la maglia della Nigeria il minutaggio è salito e già dai prossimi giorni a Zingonia (Lookman non ha altre gare con la nazionale africana) si capirà se a Firenze sarà nuovamente il suo turno oppure se Gasperini farà altre valutazioni. 
La verità, a prescindere dal minutaggio delle prossime partite, è che l’Atalanta ha estremo bisogno di ritrovare il miglior Lookman. L’ultimo gol ufficiale in maglia nerazzurra risale al 1 aprile, complessivamente l’anno scorso il numero 11 della Dea ha collezionato 15 gol e 8 assist tra campionato e Coppa Italia per un rendimento che si è bloccato proprio alla vigilia della gara di Firenze (17 aprile) e non è più tornato quello sfavillante dei primi mesi in Italia. Sul piano tecnico, le caratteristiche di Lookman sono uniche nella rosa dei bergamaschi e la Dea ci punta molto. Ritrovarlo significa alzare il rendimento offensivo e puntare forte sulla capacità del nigeriano d’Inghilterra di creare superiorità e andare dritto verso la porta, con il tiro da fuori o combinazioni palla a terra. 

L’attaccante nigeriano è tornato a segnare con la sua nazionale ed è pronto a rientrare a Zingonia (Ph: Alberto Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Il rientro dell'Atalanta da Dublino tra due ali...

Redazione |
23 Maggio 2024
All’aeroporto di Bergamo, al rientro dell’Atalanta da Dublino, il primo atto della festa, che si preannuncia lunga e partecipata. Nelle prime del p...

La girandola di emozioni dei calciatori dell'At...

Federica Sorrentino |
22 Maggio 2024
Il 22 maggio resterà una data scolpita nell’agenda della vita di ognuno dei calciatori che Gasperini ha forgiato, costruendo una squadra da sogno. ...

L'Europa League all'Atalanta vittoria del merito

Eugenio Sorrentino |
22 Maggio 2024
La sollevano in tre la coppa. Djimsiti, in campo con la fascia di capitano, insieme ai due capitani di lungo corso Toloi e de Roon. Poi passata a G...