Miranchuk e Holm valori aggiunti cresciuti in casa

Fabio Gennari |

Uno è l’acquisto dal Verona che è stato ufficializzato ad inizio 2024, ovvero Isak Hien. Altri due sono invece giocatori già in rosa che, viste le ultime prestazioni e la scelta di Gasperini nelle rotazioni, si stanno imponendo all’attenzione di appassionati e addetti ai lavori. E parliamo di Holm e Miranchuk. L’ultimo, solo in ordine di tempo, è l’acquisto più costoso della storia atalantina che ha rivisto la luce nell’amichevole contro la Real Calepina a Zingonia e ora punta dritto la convocazione per Atalanta – Udinese di sabato 27 gennaio. Ecco El Bilal Touré.
Ripensando alle parole di Gian Piero Gasperini che, più volte, ha raccontato di come sia fondamentale per il gruppo allargare la “platea” dei titolari, in questa prima fase del 2024 ci sono già indicazioni molto importanti che arrivano da elementi nuovi. Non tanto nella presenza, vale solo per Hien, quanto nella disponibilità per le partite. E le risorse che sono cresciute nel lavoro sono anche un esempio formidabile per chi ancora non è riuscito a mettere fuori la testa (Bakker?) con continuità. 
L’Atalanta in questo momento ha 6 centrali su 6 a disposizione (sono tornati anche Palomino e Toloi), senza Hateboer ha trovato Holm che può fungere da titolarissimo, mentre Zappacosta e Ruggeri possono alternarsi a sinistra e poi davanti sta puntando forte su De Ketelaere e Miranchuk mentre Lookman è in Coppa d’Africa. Badate bene, non sono molte le squadre concorrenti ad avere una simile profondità di rosa. In particolare, il russo è ormai da un mese che gioca da protagonista e praticamente in ogni partita si prende la scena: gol, assist o rigori procurati se ne trovano davvero in ogni cronaca. Che si tratti di Europa League, Serie A o Coppa Italia. 
Dopo il Frosinone ci saranno 2 settimane di lavoro quasi pieno per aumentare ancora di più i giri del motore e affinare la preparazione, con l’Udinese se davvero ci sarà Touré tra i disponibili l’Atalanta avrà anche una nuova prospettiva: quando torna Lookman, il conto degli attaccanti salirà a 6 elementi con il solo maliano arrivato dall’Almeria che deve ancora trovare la via del gol. Più Koopmeiners e Pasalic, ovvero 8 giocatori per 3 posti. La Grande Abbondanza. 

Aleksey Miranchuk ha convinto per rendimento e applicazione degli schemi di gioco di Gasperini (Ph: Alberto Mariani)

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Con il Verona al Gewiss Stadium per riprendere ...

Eugenio Sorrentino |
14 Aprile 2024
Tocca all’Atalanta chiudere il programma del 32° turno di campionato, lunedì 15 aprile alle 20:45, avversario il pericolante Verona, 72 ore prima d...

Padova si conferma bestia nera della U23

Fabrizio Carcano |
13 Aprile 2024
Il Padova si conferma bestia nera per l’Atalanta under23 (in generale in difficoltà con tutte le squadre venete, Vicenza, Arzignano, Legnago e Virt...

La Dea di Liverpool incarna il calcio ben giocato

Federica Sorrentino |
12 Aprile 2024
La voglia di stupire, in casa Atalanta, non è mai mancata. Il mondo del pallone con i suoi osservatori previlegiati dovrebbe esserci abituato e inv...