Muriel e Malinovskyi piegano il Bayer

Eugenio Sorrentino |

L’Atalanta riassapora il gusto della vittoria al Gewiss Stadium nel teatro della Europa League. Successo di misura, con la consapevolezza che poteva essere più ampio nel risultato, ma soprattutto ottenuto con la terza forza della Bundesliga. Il Bayer Leverkusen ha avuto un forte impatto sulla gara di andata, passando in vantaggio nei minuti iniziali. La squadra di Gasperini ha avuto la forza e il merito di rimpattarsi, ritrovare le giuste misure in campo, riuscendo a ribaltare il risultato a metà del primo tempo. A salire in cattedra la premiata ditta schierata nel duo offensivo: Malinovskyi e Muriel hanno fatto gol e si sono scambiati gli assist, ripetendo la combinazione vincente all’inizio della ripresa con l’ucraino pronto a servire il colombiano per il 3-1. Quand’era nell’aria il poker atalantino, la retroguardia si è fatta sorprendere e il Bayer ha accorciato le distanze. Risultato invariato nonostante i ripetuti tentativi offensivi, portati quando in campo sono entrati prima Boga per Malinovskyi e poi Miranchuk per il ritrovato Muriel.

La cronaca

L’Atalanta gioca la gara di andata degli ottavi di Europa League esattamente due anni dopo la notte di Valencia, che consacrò la squadra di Gasperini sul palcoscenico della massima competizione continentale ma segnò anche l’inizio del lungo lockdown.

Gasperini opta per il 3-4-1-2 delineandola cerniera di centrocampo sull’asse De Roon-Freuler con Hateboer e Zappacosta sulle fasce e Koopmeiners avanzato a supporto di Malinovskyi e Muriel. Toloi, Demiral e Djimsiti il trio difensivo davanti a Musso. Bayer con il 4-2-3-1 con il giovane talento tedesco Wirtz trequartista centrale.

Prima conclusione a rete dopo 2’ con una mezza girata di Malinovskyi e pallone debole che non crea problemi al portiere tedesco. Segue una fase di pressing alto dell’Atalanta, senza arrivare al tiro, prima che al 9’ Aranguiz su calcio di punizione da 20 metri centri il palo con Musso che sarebbe stato battuto. Il portiere atalantino lo è effettivamente all’11’ quando Wirtz si destreggia e smista il pallone sulla linea dei 16 metri per il destro dello stesso Aranguiz, che infila il pallone nell’angolo basso. Una volta in vantaggio, la squadra tedesca non demorde e si propone con una rete di fitti scambi, dalla trequarti in avanti, sfruttando le qualità individuali. Di contro, qualche imprecisione di troppo nell’Atalanta che non riesce a salire. Il segnale dell’imminente risveglio al 20’ con fraseggio per linee orizzontali tra Malinovsky, Muriel e Toloi che conclude centralmente. Il pareggio arriva al 23’ per merito di Malinovskyi che, dopo il recupero palla di Freuler, scambia in area con Muriel  e con un sinistro angolato fulmina il portiere. Due minuti dopo Toloi, vero leone in campo, recupera palla a centrocampo e serve Malinovskyi che rende l’assist a Muriel servendolo con i tempi giusti e permettendogli di avere spazio per gonfiare la rete. Il Bayer reagisce con una bordata di Tapsoba che passa di poco a lato. L’Atalanta continua ad avere buon gioco, grazie soprattutto al gioco di interdizione finalmente efficace. Al 38’ discesa e tiro cross di Zappacosta con il portiere che copre bene il palo, per poi ripetersi quando Muriel finta e scatta con tiro respinto e sinistro al volo di Koopmeiners che non inquadra la porta. Il duello a distanza tra Koopmeiners e Hradecky si ripete al 42’ con il portiere che vola sulla sua destra per deviare il sinistro forte e angolato dell’olandese, che al 44’ lancia sulla fascia sinistra Zappacosta il cui diagonale viene ancora una volta respinto dall’estremo difensore. Prima dell’intervallo, su corner battuto da Muriel, pallone di rimbalzo sulla fronte di Malinovskyi che si impenna a una spanna dalla porta.

Il secondo tempo inizia con l’Atalanta arrembante con due cross bassi dalla fascia sinistra di Muriel e Zappacosta che mettono in affanno la retroguardia del Bayer. Il terzo gol arriva al 4’ e ancora per merito di Muriel, che riceve ancora da Malinovskyi sulla linea dei 16 metri e con destro preciso batte Hrarecky.  Al 9’ una discesa di Koopmeiners sulla sinistra viene fermato in angolo da Tah. Al 12’ azione in velocità con Freuler che entra in area e serve Muriel, anticipato al momento della battuta dal recupero di Frimpong. Poi è Hateboer a presentarsi davanti a Hradecky che si salva dalla capitolazione. L’Atalanta attacca a folate e

Al 16’ primo cambio nelle file del Bayer, con Kossounou che avvicenda Alario. Due minuti dopo, con l’Atalanta dominante, Diaby sfugge a Djimsiti, liberandosi in modo apparentemente regolare ma non per l’arbitro né per il Var, e infila il pallone nell’angolino basso alla destra di Musso. Proteste e Toloi finisce ammonito. Sul 3-2 contromossa di Gasperini che richiama Malinovskyi, inserendo Boga, e Djimsiti per Palomino. Dopo qualche azione pericolosa ma senza sbocchi, al 32’ entrano in gioco Miranchuk e Maehle per Muriel e Zappacosta. L’allenatore Seoane risponde avvicendando Frimbong con Fosu-Mensah e Adli con Paulinho. Al 38’ Hateboer si accentra e tira, trovando la deviazione di un difensore. Esce anche Wirtz per Azmoun. Dopo la girandola dei cambi, bisogna attendere il 44’ per annotare una minaccia alla porta tedesca con un pallone spizzato su cui non riesce ad arrivare Miranchuk.

ATALANTA-BAYER LEVERKUSEN 3-2

Atalanta (3-5-2): Musso 6 Toloi 7 Demiral 6.5 Djimsiti 6 (24’ st Palomino 6.5) Hateboer 7 De Roon 6.5 Koopmeiners 6.5 Freuler 7 Zappacosta 6.5 (32’ st Maehle 6) Malinovskyi 7.5 (24’ st Boga 6) Muriel 7.5 (32’ st Miranchuk 6). A disposizione: Sportiello, Rossi, Scalvini, Pezzella, Pessina, Pasalic, Mihaila. All.: Gasperini.

Bayer Leverkusen (4-2-3-1): Hradecky 6.5 Frimbong 6 (35’ st Fosu-Mensah ) Tah 5.5 Tapsoba 6.5 Bakker 6 Aranguiz 7 Palacios 6 Adly 6 (35’ st Paulinho sv) Wirtz 6 (40’ st Azmoun sv) Diaby 6.5 Alario 5 (16’ st Kossounou 6). A disposizione: Grill, Lomb, Hincapiè, Sinkgraven. All.: Seoane

Arbitro: Jovanovic (Serbia) 6. Assistenti: Stojkovic e Mihajlovic. IV Uomo: Simovic. Var: Kavanagh (Inghilterra). AVar: Attwell (Inghilterra)

Marcatori: pt 11’ Aranguiz 23’ Malinovskyi 25’ Muriel; st 4’ Muriel 18’ Diaby

Ammoniti: Toloi, Bakker, Wirtz

Recupero: 0, 3

L’esultanza di Muriel dopo uno dei due gol su assist di Malinovskyi (credits: Alberto Mariani)

Il commento a Atalanta-Bayer Leverkusen a cura di Federica Sorrentino

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

i nostri articoli

Occhi puntati su Zapata

Fabio Gennari |
23 Settembre 2022
L’Atalanta di Gasperini, dopo la sosta per le Nazionali in cui sono impegnati 12 giocatori della rosa, affronterà a Bergamo la Fiorentina di ...

Atalanta fucina di nazionali

Eugenio Sorrentino |
22 Settembre 2022
C’è il solo Rafael Toloi nella selezione azzurra di Roberto Mancini a rappresentare l’Atalanta. L’italo-brasiliano, campione europeo nel 2021, è ri...

Giorgio Scalvini marchio di qualità

Federica Sorrentino |
21 Settembre 2022
Giorgio Scalvini, 19 anni il prossimo 11 dicembre, è già più di un predestinato. Possiede già, oltre che piedi buoni e struttura fisica, intelligen...